Cronaca

Il Comune rimanda la Tasi a settembre, sulle quote si deciderà a fine mese

L’Amministrazione ha deciso che si riunirà solo la prossima settimana per stabilire le aliquote, rimandando di fatto il pagamento al 15 settembre. La tassa sulla prima casa sarà una delle più salate dello Stivale e più cara dell’Imu

Palazzo delle Aquile

Slitta a metà settembre il pagamento della prima della Tasi. La tassa sulla prima casa sarà a Palermo una delle più salate dello Stivale e, comunque, più cara dell’Imu. Si prolunga, dunque, l’attesa per conoscere le cifre da rendere. Le aliquote dovevano essere varate entro venerdì ma l’Amministrazione comunale, che conta di incassare 16 milioni da questa operazione, ha deciso che si riunirà solo la prossima settimana.

Per calcolare il dovuto la rendita catastale deve essere maggiorata del 5 per cento, poi moltiplicata per 160 (coefficiente per le case), divisa per mille e infine moltiplicata per 2,9, cioè l’aliquota stabilita dalla giunta: al totale si sottraggono 50 euro e 20 euro per ogni figlio minorenne, figlio disabile, figlio in affido o per anziani over 70.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune rimanda la Tasi a settembre, sulle quote si deciderà a fine mese

PalermoToday è in caricamento