Cronaca Malaspina / Via Borremans Guglielmo

Prima rubano l'auto ad una donna, poi tentano il colpo in casa sua

I due criminali hanno trovato nell'abitacolo le chiavi della casa di città, decidendo così di provare la rapina. Ma nell'abitazione c'era il marito che nel frattempo aveva avvisato la polizia. I due sono stati fermati

Intervento della polizia (foto archivio)

Chi troppo vuole nulla stringe. Finiti in manette due pregiudicati, padre e figlio, che prima rubano ad una donna l'automobile parcheggiata di fronte la villetta di Punta Rais, poi provano a svaligiare la casa in città di via Borremans. I due, S.F. e U.F. (rispettivamente 42 e 21 anni), dopo aver scassinato l'auto della donna si sono dati alla fuga. All'interno dell'abitacolo hanno trovato la borsa della proprietaria dell'auto, contenente il portafoglio con 400 euro, la carta d'identità ed un mazzo di chiavi.

Ipotizzando che le chiavi potessero aprire la porta dell'abitazione indicata nel documento, i due si sono diretti nei pressi di piazzale Giotto. Temendo che i malfattori potessero colpire anche la loro residenza invernale, la donna decide dunque di avvisare il marito ancora in città, informandolo dell'accaduto. Mentre il marito chiama il 113 si accorge che i due stavano provando ad entrare in casa, per poi fuggire spaventati dai rumori sentiti all'interno.

Nel frattempo giunge una volante della polizia che ha intravisto padre e figlio allontanarsi con fare sospetto dall'ingresso dell'edificio. Contemporaneamente il proprietario di casa si è affacciato dal balcone indicando agli agenti i due uomini che aveva notato da dietro lo spioncino della porta. I poliziotti sono così riusciti a fermare i due malviventi che, messi alle strette, hanno confessato le proprie responsabilità.

Padre e figlio hanno ammesso di avere rubato la vettura della donna e di averla abbandonata nei pressi di Altofonte, prima di dirigersi verso la residenza della coppia con la propria automobile. Al suo interno è stato ritrovato un portafoglio contenente il bottino del colpo, mentre nella tasca posteriore del più grande dei due malviventi c'erano le chiavi dell'appartamento. I due sono stati accompagnati in questura per gli accertamenti prima di essere condotti nelle camere di sicurezza così come disposto dall'autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima rubano l'auto ad una donna, poi tentano il colpo in casa sua

PalermoToday è in caricamento