rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Villa Sofia e Cervello: Luca Castagna nuovo direttore dell'Unità trapianti midollo osseo e terapia cellulare

La sua dedizione particolare, attestata anche da una significativa produzione scientifica, punta alla trapiantologia autologa e allogenica e con cellule immunoeffetrici (CART- T)

Luca Castagna è il nuovo direttore dell’unità operativa semplice a valenza dipartimentale dell'Unità trapianti midollo osseo e terapia cellulare) dell’azienda Ospedali riuniti Villa Sofia- Cervello. “Un tassello importante - commenta  Walter Messina, direttore generale dell’azienda Ospedali riuniti Villa Sofia- Cervello - in considerazione che la nostra azienda, quale centro accreditato per l’erogazione di trattamento Car-T, grazie alla sensibilità dell’assessorato regionale alla Salute, oltre che agli sforzi del nostro personale altamente qualificato, contribuisce a garantire, anche nella nostra Regione, cure innovative da parte del servizio sanitario pubblico, con significativa contrazione della migrazione extra-regionale per i pazienti candidabili a queste terapie”.

Castagna si laureato nell’Università degli Studi dell’Aquila e si è specializzato in Oncologia medica nell’Università di Chieti e in Ematologia nell’Università degli Studi di Milano. Già direttore del Programma Trapianto dell’Istituto clinico Humanitas, Rozzano (Italia), vanta una significativa esperienza nel centro trapianti dell’Institut Paoli Calmettes, Marsiglia (Francia) ed è stato, altresì, aiuto nel servizio di Medicina Interna, con specificità ematologica, del Centro ospedaliero universitario Pierre Zobda Quitman di Fort de France, Martinica, Francia. Anche assistente senior nel Servizio di Ematologia, Unità di trapianto dell’Istituto Gustave Roussy (Villejuif, France). 

Alle spalle ha anche un’esperienza presso il Servizio di Oncologia Medica dell’Istituto europeo di oncologia a Milano. La sua dedizione particolare, attestata anche da una significativa produzione scientifica, punta, pertanto, alla trapiantologia autologa e allogenica e con cellule immunoeffetrici (CART- T) nei linfomi ed in alcuni tipi di leucemie linfoblastiche. Le Car-T (Chimeric antigen receptor T- cell) rappresentano un approccio innovativo di ingegneria cellulare per trattare pazienti con leucemie e linfomi che non rispondono alle terapie convenzionali.

L'azienda Villa Sofia-Cervello vanta una lunga tradizione nel campo di cura oncoematologico, grazie al quale è Centro di riferimento per la prevenzione, la diagnosi e la cura delle leucemie e dei linfomi e appunto per il trapianto di midollo osseo, versante su cui ha incassato riconoscimenti e certificazioni di qualità per il possesso degli standard previsti dalle direttive europee. Il frutto di una sinergia di squadra che impegna da tempo, con risultati eccellenti, più complessivamente, il dipartimento di "Genetica, Oncoematologia e Malattie Rare", l’unità complessa di Oncoematologia, la Medicina Trasfusionale, l’Unità di Aferesi e un avanzato laboratorio di manipolazione cellulare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Sofia e Cervello: Luca Castagna nuovo direttore dell'Unità trapianti midollo osseo e terapia cellulare

PalermoToday è in caricamento