Al Policlinico un centro di addestramento per la chirurgia e le cure neonatali

La struttura può assolvere diverse funzioni nell’ambito del training procedurale, non solo di quello chirurgico o neonatologico. Il taglio del nastro è stato affidato al rettore Fabrizio Micari

Il Policlinico Paolo Giaccone punta sempre più sulla formazione professionale d'eccellenza e l'innovazione tecnologica. Questa mattina in presenza del rettore Fabrizio Micari, presso il dipartimento Materno infantile diretto da Giovanni Corsello, nei locali della clinica Osterica e Ginecologica diretta da Renato Venezia sono stati inaugurati il Surtrar (Surgery Training Room, centro per l’addestramento alla chirurgia), e il Nectrar (Newborn Care Training Room) per le cure del neonato e pediatriche.
 
“La presentazione del Centro costituisce una nuova pagina nell’innovazione della formazione di cui non posso che essere orgoglioso – sottolinea Micari – Purtroppo spesso in passato siamo stati vittime di luoghi comuni che hanno creato una cultura del pessimismo e della sfiducia. Oggi invece affermiamo il nostro no alla cultura della decrescita lanciando un messaggio diametralmente opposto, quello di un Ateneo che punta sempre più sulle sue grandi competenze per migliorare e tendere ad un futuro di qualità e all’avanguardia. Il Policlinico è sicuramente un grande propulsore di questa crescita”.
 
Il Surtrar è satellite del Simhos® (Simulated Hospital), in funzione dal 2012 presso il Polo universitario territoriale di Caltanissetta, presidente Italia Di Liegro dove viene effettuata l’attività di tirocinio preclinico in Simulazione per il primo e secondo anno del corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia dell’Università, nel canale Hypatia. Il Surtrar è stato ideato, progettato, costruito, finanziato e sarà diretto dal direttore del Simhos, Fabio Fiorino, che negli anni 1990-1993 ha messo a punto le metodologie didattiche “KTE®”, “Step-by-Step” e “Pelvic Hanon”, con forte razionale scientifico-pedagogico, rivolte al training procedurale e con cui, in 25 anni, sono stati addestrati un migliaio tra ginecologi e studenti in Medicina, con risultati entusiasmanti. 
 
Nel Surtrar sono presenti 8 training station: quattro “SKS-SLED” di nuovo disegno, evoluzione del brevetto di invenzione industriale “SKS” (Surgitrainer-Knottrainer-Suturetrainer; Fiorino-Maneschi, 1991), per l’addestramento alla chirurgia non endoscopica a diverso tipo di accesso, uniche a livello internazionale;  due postazioni per l’addestramento alla chirurgia endoscopica 2d e 3d; una postazione mobile per l’addestramento con tutor e/o per le dimostrazioni di strumentario e/o apparati chirurgici o altro; infine una postazione per lo studio classico delle procedure. Tutte le postazioni sono modulabili e ad assetto variabile e il Centro può assolvere diverse funzioni nell’ambito del training procedurale, e non solo di quello chirurgico o neonatologico. 
 
Nel Surtrar sono erogabili fino a 27000 ore di addestramento annui e tutto in soli 30 metri quadrati. Il Centro è rivolto ai medici in formazione specialistica di tutte le branche chirurgiche, generali e specialistiche, che ne cureranno anche la gestione, e prevede metodologie di tutoraggio prevalentemente indiretto, attraverso supporti cartacei e informatici. Nell’ambito delle attività del Centro, anche previa autorizzazione del direttore del Dipartimento, sarà possibile lo svolgimento di Corsi da parte di soggetti terzi. 
 
L’attività del Nectrar sarà curata, in qualità di direttore e training tutor, da Mario Giuffrè, sia in forma di Corsi a cadenza da stabilire che in quella di addestramento in singolo, e verterà principalmente sulle manovre rianimatorie neonatali e pediatriche. Surtrar e Nectrar hanno anche funzione di sperimentazione didattica nel campo della simulazione e possono fare da catalizzatori per la convergenza di interessi scientifici di tutte le Scuole dell’Ateneo, basti pensare alla Politecnica per lo studio dei materiali per l’addestramento, alle Scienze umane per la docimologia e così via. 
 
Il Surtrar sarà aperto tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00 e può essere prenotato dai singoli specializzandi, anche nell’ambito di programmi di formazione procedurale studiati ad hoc con le singole Scuole di specializzazione afferenti al Policlinico Universitario “Paolo Giaccone”. Questa formula, definibile “palestra di chirurgia”, è unica. È allo studio una “app” per la gestione delle prenotazioni e il management dell’addestramento individuale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

  • Incidente in autostrada, si ribalta un tir a Carini: lunghe code

Torna su
PalermoToday è in caricamento