rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Cefalù

Ospedale Giglio, sindacati congelano lo sciopero: "Avviato dialogo con vertici"

La decisione dopo un incontro tra le rappresentanze dei medici e il presidente Salvatore Albano per discutere delle richieste avanzate in tema di adeguamento retributivo del contratto e rimodulazione degli incarichi dirigenziali

Sospeso lo sciopero dei medici della Fondazione Giglio di Cefalù previsto per domani. Le organizzazioni dei medici del Giglio Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fp, Cimo e le segreterie provinciali dei sindacati, hanno preso la decisione di congelare l'azione di protesta dopo un incontro che si è svolto oggi tra le rappresentanze sindacali dei medici e il presidente Salvatore Albano per discutere delle richieste avanzate dai sindacati in tema di adeguamento retributivo del contratto dei medici (contrattazione decentrata di secondo livello) e della rimodulazione degli incarichi dirigenziali all'interno dell'ospedale.

“Dopo un confronto serrato ma costruttivo tra le parti, la presidenza e i collaboratori hanno espresso un concreto impegno a esaminare le singole richieste avanzate dalle organizzazioni sindacali e di presentare, in occasione del prossimo incontro, programmato per il 10 dicembre, proposte fattibili e sostenibili e di impegnarsi a trovare e acquisire, in tempi brevi, le risorse economiche per soddisfare tali istanze”, scrivono in una nota unitaria le organizzazioni sindacali.

“Alla luce dell'impegno dell'attuale presidenza di soddisfare tutte le istanze precedentemente avanzate, all'unanimità, e con grande senso di responsabilità e spirito di collaborazione che le ha finora contraddistinte, le organizzazioni sindacali – è scritto nella nota - hanno deciso di sospendere lo sciopero dei medici programmato per il giorno 30 novembre in attesa di positivi e proficui sviluppi a partire dal prossimo incontro del 10 dicembre”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Giglio, sindacati congelano lo sciopero: "Avviato dialogo con vertici"

PalermoToday è in caricamento