"Ospedale Giglio, basta ritardi nei pagamenti ai medici dei certificati per infortunio e malattia"

Si tratta di 30 euro e 50 centesimi a certificato, per un totale in media di mille, 1.500 euro che spettano ai camici bianchi. La denuncia della Fials-Confsal Palermo

La Fials-Confsal Palermo denuncia ritardi nei pagamenti delle indennità destinate ai medici del pronto soccorso dell’ospedale Giglio di Cefalù, somme relative ai certificati rilasciati per infortunio sul lavoro o malattia. Si tratta di 30 euro e 50 centesimi a certificato, per un totale in media di mille, 1.500 euro che spettano ai camici bianchi.

Il segretario aziendale Fials, Giuseppe Angiletti spiega che “i medici attendono ancora i soldi per il periodo che va dal 2015 al 2018. Dal 2019 in poi la normativa è cambiata e i pagamenti sono passati al fondo regionale, ma prima, fino al 2018, questi importi venivano liquidati dall’Inail all’azienda ospedaliera che poi li versava ai lavoratori”.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una decina i medici dell’ospedale di Cefalù interessati dal ritardo e che hanno spinto la Fials, guidata a Palermo e provincia da Enzo Munafò, a intervenire. “Abbiamo chiesto chiarimenti a Inail e azienda e la situazione è chiara. L’amministrazione ha ricevuto le somme, per cui ci chiediamo perché non arrivi finalmente il via libera a queste somme. Le nostre richieste sono andate a vuoto, ma non ci arrenderemo fino a quando non vedremo pagate queste somme che spettano per legge al personale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, frenata dei contagi in Sicilia: +91 rispetto a ieri, salgono a 13 i morti

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Un altro caso di Coronavirus fa tremare Comdata, donna positiva: "Ora la situazione è grave"

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, in Sicilia già venti morti: salgono a 846 i contagiati, 125 più di ieri

  • Incidente in via Basile, investito da un automobilista che scappa: morto 57enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento