Medici e sanitari del Civico stremati, l’allarme dei sindacati: "Servono forze fresche"

A raccogliere l'sos lanciato dal personale, sfinito dopo quasi 10 mesi di pandemia, la Cisl Fp Palermo Trapani. "Hanno bisogno di supporto psicologico, ciò che affrontano è inimmaginabile. Bisogna ridurre la pressione sul pronto soccorso"

Il pronto soccorso del Civico

Da 10 mesi a questa parte hanno lavorato sino allo stremo per fronteggiare la pandemia ma adesso, dopo il focolaio scoppiato nel pronto soccorso del Civico, lanciano l'ennesima richiesta d'aiuto. "Siamo stanchi, sfiniti sia fisicamente sia psicologicamente. Ai turni massacranti - si legge in una nota del sindcato Cisl Fp Palermo Trapani - si aggiunge un carico emotivo pesantissimo. Assistiamo anche i nostri 18 colleghi contagiati. Sta per essere trasferito uno di appena 36 anni in terapia intensiva per difficoltà respiratorie. E ogni giorno ci chiediamo se toccherà a noi. Aiutateci".

Sit in di solidarietà al Civico: "Condizioni massacranti" | VIDEO

L'appello lanciato dal personale sanitario è stato raccolto dalla segreteria aziendale della Cisl Fp Palermo Trapani che, in un documento ufficiale, ha chiesto ai vertici dell'ospedale di agire prima possibile. "Questi professionisti stanno gestendo una situazione di crisi estrema con senso di responsabilità, abnegazione e dedizione non comuni ma come è evidente - si legge nella nota - sono allo stremo delle forze. Si deve subito intervenire con nuovi contingenti di personale infermieristico e di operatori sociosanitari a supporto di quello attualmente in servizio e vanno messe in atto tutte le misure necessarie per ridurre la pressione dei pazienti al pronto soccorso".

La Cisl Fp chiede inoltre che sia reperita una quantità sufficiente di dispositivi di protezione individuale, indispensabili per poter operare in sicurezza e che siano attrezzati locali da utilizzare come spogliatoi più grandi. "Questi lavoratori - conclude la segreteria aziendale della Cisl Fp Palermo Trapani - hanno bisogno di un supporto psicologico, perché quello che ogni giorno affrontano è inimmaginabile per chi si trova al di fuori. Non possiamo abbandonarli".

Ai primi 14 casi tra medici e infermieri se ne sono aggiunti altri 5. Tra questi anche un 36enne ora trasferito in terapia intensiva per insufficienza respiratoria. Critico il vicesegretario regionale del sindacato dei medici Cimo, Angelo Collodoro: "Se esistessero davvero i posti letto annunciati sulla stampa, allora questi pazienti, tutti in ventilazione, sarebbero già stati trasferiti. Se i posti di terapia intensiva e sub-intensiva annunciati dovessero rimanere virtuali presto ci si troverà a scegliere chi salvare e chi no. Siamo davanti all'ennesima finzione della politica, un disastro organizzato".

Nursing Up, De Palma: "Stanziate risorse per indennità infermieri"

Intanto il Nursing Up, attraverso il presidente nazionale del sindacato Antonio De Palma, ha annunciato l’inserimento nella legge di bilancio nazionale (articolo 66) di una indennità di specificità infermieristica con decorrenza dal primo gennaio 2021. "Si tratta di uno stanziamento di ben 335 milioni di euro - si legge in una nota - per gli infermieri che finiranno nelle nostre busta paga. Forse siamo davvero di fronte ad una svolta, e l’emergenza che stiamo vivendo, i recenti nuovi decessi dei colleghi, i continui contagi dei professionisti della sanità, richiedevano che questo fosse il dead line per agire, anche se ovviamente le nostre battaglie sono cominciate molto tempo fa e nutrivamo la speranza che il Governo ci desse ascolto ben prima che si toccasse questi livelli di emergenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento