Cronaca

"Liste d’attesa infinite e poco personale": rischio sciopero all'ospedale Civico

Organizzato per mercoledì mattina un sit-in di protesta davanti al padiglione amministrativo. E c'è anche il problema della gestione dell’Ospedale dei Bambini. I sindacati: "Risposte del commissario per niente esaustive, pronti a fermarci"  

Un sit-in di protesta al Civico, mercoledì mattina davanti al padiglione amministrativo, e la minaccia di una eventuale proclamazione di uno sciopero aziendale. I sindacati restano sul piede di guerra dopo l’assemblea dei lavoratori di martedì scorso durante la quale sono stati discussi tutta una serie di problemi irrisolti. L’incontro è stato promosso dai rappresentanti sindacali aziendali Giuseppe Pizzo della Uil Fpl, Vincenzo Augello del Nursind, Mario Di Salvo della Fials-Confsal e Giuseppe La Barbera del Nursing Up. A sostegno dell’iniziativa si sono schierati Aurelio Guerriero, segretario territoriale del Nursind, e Biagio Paradiso e Pippo Piastra, coordinatore regionale degli infermieri della Uil Fpl.

Le sigle hanno proclamato lo stato di agitazione del personale. Al termine del dibattito una delegazione, a cui si sono aggiunti dei rappresentanti dei lavoratori a partita Iva, è stata ricevuta dal commissario straordinario. Le risposte ricevute però non sono state ritenute per niente esaustive. Da qui la decisione di continuare la protesta.

I sindacati si riservano di “adottare tutte le forme consentite di protesta sino alla eventuale proclamazione di uno sciopero aziendale” e annunciano per mercoledì mattina (e non lunedì come era stato annunciato in un primo momento, ndr) un sit-in negli spazi antistanti il padiglione amministrativo. Tra i motivi della protesta ci sono le liste d’attesa interminabili, la carenza di personale che mette a rischio chiusura diversi reparti, la riorganizzazione degli uffici, e poi il problema della gestione dell’ospedale dei bambini ritenuta carente. Tra le altre questioni aperte c’è quella delle progressioni economiche e la necessità dell’apertura di un tavolo di contrattazione decentrata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Liste d’attesa infinite e poco personale": rischio sciopero all'ospedale Civico

PalermoToday è in caricamento