Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

"Ospedale Civico, subito i fondi contrattuali per gli operatori sanitari": proclamato stato di agitazione

Si tratta di fondi per il lavoro straordinario, per la produttività, per il riconoscimento delle indennità di funzioni e dei coordinamenti, per le progressioni economiche orizzontali. Il sindacato Fials si dichiara pronta a indire azioni di lotta

"Subito i fondi contrattuali del periodo 2018, 2019 e 2020 per garantire agli operatori sanitari, che nulla hanno ricevuto per la battaglia Covid, almeno ciò di cui hanno diritto per contratto". Lo chiede la Fials Palermo dichiarando lo stato di agitazione del personale dell’ospedale Civico e dicendosi pronta a indire azioni di lotta. Si tratta di fondi per il lavoro straordinario, per la produttività,  per il riconoscimento delle indennità di funzioni e dei coordinamenti, per le progressioni economiche orizzontali. Il loro ammontare viene fornito dall'azienda e in base alla consistenza si determinano le varie voci.

La segreteria provinciale guidata da Enzo Munafò, assieme al segretario aziendale Mario Di Salvo, ha chiesto “il prospetto di tutti i fondi e degli istituti da definire con una contrattazione aziendale e sostenibile e seria, per garantire l'applicazione dei nuovi istituti non esclusa la peo”, cioè la progressione economica orizzontale.

“A distanza di 26 mesi  - scrive il sindacato autonomo in una nota inviata ai vertici dell’azienda ospedaliera - non ha consentito l'applicazione del contratto collettivo e mortifica gli eroi del Covid che non solo non hanno percepito un euro in più, ma si vedono pure negato ciò che per contratto hanno diritto”. La Fials chiarisce che se la richiesta resterà inevasa “chiederà al prefetto di attivare il raffreddamento del conflitto  e non è escluso lo sciopero che ricadrebbe sugli utenti incolpevoli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ospedale Civico, subito i fondi contrattuali per gli operatori sanitari": proclamato stato di agitazione

PalermoToday è in caricamento