Cronaca Sperone / Via Messina Marine

Sanità, al Buccheri La Ferla un trapianto multiorgano

I familiari di un uomo di 62 anni hanno acconsentito all'intervento per la donazione. In sala operatoria l'equipe chirurgica dell'Ismett e l'equipe anestesiologica e rianimatoria dell’ospedale Buccheri La Ferla

Foto archivio

Un prelievo multiorgano è stato eseguito, nella notte, all'ospedale Buccheri la Ferla Fatebenefratelli. La famiglia di un uomo di 62 anni, ricoverato da qualche giorno nell’Utir del nosocomio di via Messina Marine per un coma secondario ad emorragia cerebrale inoperabile e del quale era stata accertata la morte cerebrale, ha autorizzato l'intervento per la donazione.

L'intervento di prelievo è stata effettuata dall'equipe chirurgica dell'Ismett e dall'equipe anestesiologica e rianimatoria dell’ospedale Buccheri La Ferla. L'intervento è iniziato intorno alle 22 ed è terminato in tarda notte. Sono stati considerati idonei al prelievo sia il fegato sia i reni. 

“Nell’intervento eseguito ieri è importante sottolineare – dice Lelio Gugliemo, direttore dell’unità operativa complessa di Anestesia – il gesto di generosità compiuto dalla famiglia del donatore. Questo offrirà nuove speranze a molte persone che sono in attesa di trapianto. Inoltre occorre sottolineare l’ottima sinergia lavorativa che si è instaurata tra le due equipe di ospedali diversi che ha consentito la riuscita del prelievo multiorgano. In questo momento in cui le donazioni sono diminuite è importante lanciare un messaggio di speranza, al fine di incrementare la cultura della donazione”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, al Buccheri La Ferla un trapianto multiorgano

PalermoToday è in caricamento