L'alunno Orlando torna a scuola: il sindaco sarà "interrogato" nel "suo" Gonzaga

Il primo cittadino - insieme a Lagalla, Armao e Aricò - sarà il protagonista di un incontro (ingresso gratuito) che si terrà nell’auditorium dell’istituto. I quattro politici saranno intervistati dalla giornalista ed ex alunna Milvia Averna

Leoluca Orlando da giovane ai tempi del Gonzaga

Il sindaco Leoluca Orlando, l'assessore all’Istruzione della Regione Siciliana Roberto Lagalla, assessore al Bilancio e vice presidente della Regione Siciliana Gaetano Armao, e il capogruppo di Diventerà Bellissima all’Assemblea regionale siciliana Alessandro Aricò saranno i protagonisti dell’incontro organizzato dall’associazione ex Alunni del Gonzaga, che si terrà venerdì, dalle 16, nell’auditorium dell’istituto che ha sede in via Piersanti Mattarella, 38.

I quattro ex alunni eccellenti, appartenenti al mondo della politica saranno intervistati dalla giornalista ed ex alunna Milvia Averna. Racconteranno, alla presenza del direttore generale del Gonzaga, padre Vitangelo Carlo Maria Denora sj, gli anni della scuola e come la formazione gesuita ha influenzato le loro vite e scelte.  “Una vita da gonzaghino. Il percorso ignaziano nella professione e nel cammino personale” è il titolo dell'appuntamento a ingresso libero.
 
L’associazione ex alunni del Gonzaga è stata fondata nel 1945, in occasione del venticinquesimo anniversario del Collegio Gonzaga. Ha tra i suoi intenti quello di continuare ad essere parte integrante e attiva della comunità educante ignaziana. "L’insegnamento e i valori che l’istituto ha trasmesso a noi ex alunni hanno contribuito - ha commentato il presidente dell’associazione ex alunni Gonzaga, Francesco Marcatajo - alla formazione del bagaglio culturale che condiziona la nostra vita sociale e professionale, e ci privilegiamo di esserne ambasciatori".
 
"Eccellenza accademica per l’eccellenza umana è il motto a cui il Gonzaga, oggi come ieri, vuole ispirarsi nella sua missione educativa - afferma padre Vitangelo Denora sj -. I talenti scoperti e sviluppati negli anni della scuola non sono fatti per essere custoditi gelosamente per sè stessi ma per metterli al servizio degli altri. È questo ciò che un Gonzaghino, oggi come ieri, si sente ripetere durante la sua formazione come ideale fondamentale dell’educazione Gesuita. L’idea è raccontare come, quanto imparato al Gonzaga, sia stato all’origine di percorsi di eccellenza professionale ed umana in vari campi della cultura, della scienza, della politica".
 
L’appuntamento del 7 dicembre inaugura un ciclo di incontri dedicati a chi ha frequentato il Gonzaga e alla sua prestigiosa storia. "Desideriamo coinvolgere tutti coloro che vogliano tornare a far parte della grande famiglia del Gonzaga" ha aggiunto Marcatajo. Del direttivo, rinnovato lo scorso dicembre, fanno parte, oltre al presidente, Flavio Pillitteri, Alessandro Simon, Simone Punzo, Vincenzo Di Blasi, Claudio Ferrante, Antonio Ferrante, Angelo Cuva, Bruno Calandrino, Fabrizio Sales, Manfredi Ferlicchia, Giorgio Petta, Umberto Madia, Giovanni Gentile e Manuel Pillitteri. Durante l’incontro, gli ex alunni potranno rinnovare la propria iscrizione all’associazione o iscriversi per la prima volta per ricevere comunicazione di ogni evento e iniziativa organizzata e tenersi in contatto con la comunità educante del Gonzaga.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Ma proprio belli gli insegnamenti, se questo e’ il risultato ????. Del resto al Gonzaga e’ andata sempre gente per bene... 

  • Avatar anonimo di Mir
    Mir

    E vedi cosa è uscito dalla scuola frufru....menti eccelse ..bravi gesuiti a far business i poveri  cattolici non li batte nessuno..

  • Avatar anonimo di ilTafano
    ilTafano

    Ecco cosa produce una scuola per fricchettoni.

  • Che relazione ci può essere tra la plebe, le classi sociali più povere e misere di Palermo che ogni santo giorno non riescono a mettere assieme il pranzo con la cena ed il Gonzaga, istituto privato a pagamento, dei Gesuiti, per i ricchi ed anche per i ricchioni, a cui dobbiamo delegare la guida di questa città martoriata da secoli e secoli? NESSUNA!

  • Avatar anonimo di Mauro
    Mauro

    e vieri chi manciii

  • Chiudete subito questa scuola!

  • Questo è gente che non sa cosa siano i sacrifici, le speranze, le aspirazioni di gente normale come noi, ecco perchè è così lontana dalla gente che li delega ad essere amministrata provocandone l'impoverimento mettendola in stand-by.

  • Tutta la cremeria....

  • ora ho capito ...perché la sicilia e palermo sono all'ultimo posto nella classifica delle città vivibili ...Complimenti ..veramente bravi ...secondo me u zu pippinu ca quinta elementare ..avrebbe fatto meglio ...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Le "vampe" di San Giuseppe infiammano la città, a Ballarò arance contro polizia e vigili

  • Cronaca

    Padre e figlio freddati allo Zen, convalidato l'arresto del reo confesso

  • Cronaca

    Zen sotto assedio, perquisizioni nelle case: preso 22enne con pistola e coca

  • Cronaca

    Arriva il presidente cinese, città blindata: divieti e strade chiuse al traffico

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Cocaina a gogò per i professionisti: terremoto nella mafia di Porta Nuova, 32 arresti

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

Torna su
PalermoToday è in caricamento