rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Cronaca

Leoluca il padrino: "nonno" Orlando battezza un bambino filippino

Al battesimo di Tristan - nella chiesa di San Francesco di Paola - anche il primo cittadino. I genitori del piccolo hanno scelto il sindaco, che aveva fatto sentire la sua vicinanza dopo la prematura scomparsa di un loro figlio

Chiesa di San Francesco di Paola. In prima fila il sindaco Leoluca Orlando veste i panni di un inedito padrino durante il battesimo di Tristan, un bambino di origini filippine, nato a Palermo. Il primo cittadino ha partecipato alla cerimonia, salendo sul fonte battesimale, rinunciando alle celebrazioni di San Benedetto il Moro. “Il primo cittadino è padrino di uno splendido bambino - dice dal pulpito Don Saverio, parroco della chiesa -. La sua presenza non solo ci onora ma ci fa piacere. Questo bambino sarà sotto la sua custodia nel cammino della fede”. 

Accompagnato dai genitori e dal padrino, Tristan ha ricevuto il primo dei sette sacramenti in una chiesa gremita. Primo tra i dieci bambini pronti a ricevere il battesimo, dopo essere stato immerso nell’acqua benedetta, il parroco ha presentato il bambino alla chiesa sorreggendolo lungo la navata.

Un rito suggestivo, che è toccato a tutti i bambini, accompagnato nello sguardo da quello che i genitori hanno definito un “nonno”. Il sindaco è stato molto vicino alla famiglia per via della prematura scomparsa di un altro figlio della coppia. Poi la nascita di Tristan e la scelta di avere Orlando al proprio fianco come padrino del loro bambino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leoluca il padrino: "nonno" Orlando battezza un bambino filippino

PalermoToday è in caricamento