Orienta Sicilia 2016, Orlando: "Coniugare tradizione e futuro"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si è discusso de “La Generazione App e il dramma della scelta. L'orientamento universitario nell'epoca dell'identità nomade” questa mattina nell'incontro che si è tenuto al Padiglione 20 della Fiera del Mediterraneo durante la14a edizione di Orienta Sicilia, Fiera dell'Università e dei Mestieri.
Aperta al pubblico, la manifestazione, medaglia del Presidente della Repubblica, è patrocinata anche dal Comune. Tra gli interventi al seminario di oggi: il sindaco Leoluca Orlando, il presidente dell'associazione Aster, Anna Brighina, Paolo Crepet e il professor Stefano Zecchi.

Nel saluto istituzionale ai partecipanti del convegno, questa mattina il sindaco ha sottolineato come “L'orientamento universitario e scolastico non possa prescindere da un uso ragionato e critico degli attuali strumenti informatici: diversamente, il rischio è quello di non risolvere il dramma della scelta, se non con un appiattimento massificato e in un eterno presente. Nell'orientamento di studio e professionale - ha detto Orlando - è necessario, invece oggi più che mai, fare memoria del passato in funzione delle prospettive future, cercando di mettere le ali alle radici della memoria”.

Orienta Sicilia 2016,  Fiera dell'orientamento scolastico, universitario e professionale tra le maggiori del sud Italia, si svolgerà  a Palermo, alla Fiera del Mediterraneo, fino al prossimo 22 ottobre: è organizzata dall'Associazione Aster per fornire agli studenti un contributo concreto per una progettazione mirata e consapevole del proprio futuro scolastico, universitario e professionale.

Torna su
PalermoToday è in caricamento