Cronaca

Ordine giornalisti e Assostampa: "Nascondere i nomi degli arrestati ostacola il diritto di cronaca"

Gli organismi di categoria intervengono sul caso che si è verificato questa mattina nell'ambito dell'operazione antidroga "Mirò": "I cronisti hanno il dovere di informare subito e in maniera corretta l'opinione pubblica, la scelta di non diffondere le generalità degli indagati ci lascia sorpresi e stupefatti"

"Il non comunicare ai giornalisti, da parte delle autorità preposte, i nomi e le generalità degli arrestati nel corso di un'operazione di polizia, ci lascia sorpresi e stupefatti. Esiste un diritto di cronaca che va salvaguardato, i giornali e i giornalisti hanno il compito di conoscere subito e di rendere conto al pubblico dei lettori chi è accusato di aver commesso dei reati". Lo dicono in una nota congiunta il presidente dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia, Giulio Francese e il segretario regionale dell'Assostampa Sicilia Roberto Ginex, dopo l'operazione di questa mattina a Palermo, con cui sono state eseguite 30 misure cautelari nell’ambito di una indagine antidroga, in cui però non sono state fornite ai cronisti le generalità dei destinatari dei provvedimenti.

"Il questore di Palermo - viene sottolineato nella nota - durante la conferenza stampa ha spiegato ai giornalisti che avevano chiesto dei chiarimenti che 'su disposizione della procura della Repubblica non possiamo dare i nomi delle persone coinvolte'.  Non ne capiamo le ragioni e invitiamo la Procura a dialogare, spiegando le motivazioni di questa scelta che mette in difficoltà nel proprio lavoro i cronisti il cui compito è quello di informare correttamente i lettori. Purtroppo, fatti simili stanno accadendo anche in altre province siciliane. Tutto questo non può che far male alla libera informazione".

Nel pomeriggio PalermoToday, così come altre testate, sono tuttavia riuscite, seppur con grandi difficoltà, ad ottenere le informazioni di cui hanno bisogno per poter raccontare i fatti nella maniera più corretta possibile, anche nel rispetto della presunzione di innocenza di chi risulta indagato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordine giornalisti e Assostampa: "Nascondere i nomi degli arrestati ostacola il diritto di cronaca"

PalermoToday è in caricamento