Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Dall'ingegnere gestionale al laureato in lingue moderne: ecco i nuovi diaconi

Hanno dai 27 ai 43 anni: sabato i quattro seminaristi saranno ordinati diaconi. La celebrazione sarà presieduta dall'arcivescovo Corrado Lorefice in Cattedrale: "Così abbiamo scoperto la vocazione"

Uno è ingegnere gestionale, un altro laureato in Lingue moderne per il web, un altro ancora si sta specializzando in Teologia e Scienze patristiche a Roma e il quarto insegnante alla Scuola teologica di base. Sono i quattro seminaristi che al termine del percorso di formazione umana e spirituale, sabato 7 aprile 2018, nella Cattedrale di Palermo, alle ore 18, saranno ordinati diaconi per l’imposizione delle mani la preghiera consacratoria dell'Arcivescovo Corrado Lorefice. Questi gli eletti che saranno ordinati:

Salvatore Cracolici, 27 anni, della parrocchia di San Giovanni Battista a Tommaso Natale. Ha conseguito la maturità classica e il titolo di Baccelliere in Sacra Teologia ed è licenziando in Teologia e Scienze patristiche a Roma. “La mia vocazione nasce sin da bambino – dice – quando frequentavo la Parrocchia e servivo la Messa come ministrante. Adesso giunge il grande momento e rendo lode al Signore che mi ha chiamato”.

Giuseppe Salvato Collura, 32 anni, della parrocchia Santissima Trinità di Castronovo di Sicilia. Diplomato al liceo socio-psicopedagogico, Baccelliere in Sacra Teologia, licenziando in Teologia biblica alla facoltà teologica di Sicilia e insegnante presso la Scuola teologica di base. “La mia vocazione - ha spiegato - nasce tra la parrocchia, il Rinnovamento nello Spirito Santo ed il convento dei Frati cappuccini che frequentavo da ragazzo”.

Gianpiero Cusenza, 43 anni, della parrocchia Santi Pietro e Paolo a Palermo. Laureato in Ingegneria gestionale, Baccelliere in Sacra Teologia e licenziando in Ecclesiologia alla facoltà teologica di Sicilia. “Dopo un’attività lavorativa avviata come ingegnere, libero professionista, consulente in tematiche ambientali – afferma – ho scoperto la vocazione a seguito di un viaggio a San Giovanni Rotondo e, dietro un attento discernimento fatto con i padri Gesuiti che mi hanno fatto comprendere la mia vera chiamata al sacerdozio”.

Francesco Spinoso, 34 anni, della parrocchia San Luigi Gonzaga a Palermo. ha conseguito la Laureato triennale in “Lingue moderne per il web” e la laurea magistrale in Tecnologie e didattica delle lingue, è anche Baccelliere in Sacra Teologia e insegnante presso la Scuola di formazione per catechisti. “Dopo avere vissuto una conversione da adulto e collaborato intensamente in parrocchia, specialmente col canto e il servizio liturgico e l’animazione della preghiera comunitaria - rivela - ho deciso di intraprendere il cammino di discernimento insieme al parroco don Filippo Sarullo che mi ha fatto comprendere cosa voleva il Signore da me”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'ingegnere gestionale al laureato in lingue moderne: ecco i nuovi diaconi

PalermoToday è in caricamento