rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Stop a bevande in vetro, limiti per la musica: la scure del Comune sulla movida

Dal primo giugno al 30 settembre scattano le nuove regole decise dall'Amministrazione. Negli stabilimenti balneari e negli spazi all'aperto casse spente a mezzanotte nei giorni feriali e all'una nei week end. Multe fino a 500 euro

Stop alla musica dopo l'una nei weekend e a mezzanotte nei giorni feriali, divieto di vendere e consumare alcolici in vetro o lattina in spazi pubblici. L'ordinanza del Comune che entrerà in vigore dal primo di giugno fino al 30 settembre esprime chiaramente la direzione presa dall'amministrazione riguardo al "problema movida". Mettendo dei "paletti" ben precisi che sicuramente porteranno non poche polemiche per i gestori dei locali notturni.

In conferenza stampa ai Cantieri Culturali il sindaco Leoluca Orlando, insieme agli assessori Marco Di Marco e Giusto Catania, rispettivamente alle Attività Produttive e alla Partecipazione, ha presentato l'ordinanza sindacale che integrerà il piano regolatore acustico in via di approvazione dal Consiglio.

La musica in discoteche e pub, così come in stabilimenti balneari e piazze, non potrà superare i 70 decibel fino alle 22, per avere poi un limite di 60 decibel fino allo stop totale a mezzanotte nei giorni feriali. Le multe andranno dai 250 ai 500 euro e sono previste anche sanzioni aggiuntive come il sequestro per cinque giorni degli impianti musicali e delle bevande per i trasgressori.

Per il sindaco Orlando l'ordinanza rappresenta un "punto di riferimento da modificare, migliorare a correggere" e mira a "coniugare il rispetto delle attività di intrattenimento con i residenti ed evitare che le attività delle ore notturne siano fuori legge".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop a bevande in vetro, limiti per la musica: la scure del Comune sulla movida

PalermoToday è in caricamento