Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Ordinanza anti-pane con la milza: si decide tutto domani

Cibo di strada, Palermo è nella top ten mondiale, ma fa discutere il provvedimento del Comune che allarga le aree cittadine in cui è vietato il commercio itinerante. Incontro decisivo tra Orlando e l'assessore Di Marco

Mieusa, stigghiola, frittola e quarume: una tradizione tramandata nel tempo, adesso in bilico. Si decide tutto domani. Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha convocato un incontro con l'assessore alle Attività produttive Marco Di Marco e con il comandante della Polizia Municipale Vincenzo Messina. L'obiettivo è individuare le aree nelle quali consentire e favorire lo svolgimento di attività commerciali ambulanti, "nel rispetto della vivibilità - spiega Leoluca Orlando - e nel rispetto di coloro che svolgono tale attività economica in modo regolare". 

LA MAPPA DELLE AREE VIETATE

Un modo di consumare il cibo unico, odori, sapori, quartieri diversi, storie diverse e volti diversi. A leggere la classifica del miglior "cibo da strada" stilata da VirtualTourist, Palermo è nella top ten mondiale. Quinto posto assoluto, primato italiano. Davanti, nel pianeta, ci sono solo Bangkok (Thailandia) Singapore, Penang (Malesia), Marrakech (Marocco). Un trionfo per sfincione, arancini e cannoli. 

Orlando conosce bene la materia e maneggia con cura il destino futuro del cibo da strada palermitano. L'ordinanza con cui estende le aree cittadine in cui è vietato il commercio itinerante, ha suscitato una valanga di polemiche"L'amministrazione - dice Orlando - non ha alcuna intenzione di vietare le attività economiche ambulanti ma sta lavorando, così come fatto con l'individuazione delle aree di libero scambio all'Albergheria e così come si sta facendo per la movida, per dotare la città di strumenti amministrativi e normativi che tengano conto di esigenze e interessi diversi, ugualmente legittimi e verso i quali c'è uguale attenzione da parte del Comune".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordinanza anti-pane con la milza: si decide tutto domani

PalermoToday è in caricamento