Ordinanza Musumeci su migranti, Santoro: "Atto politico coraggioso e a tutela dei siciliani"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L’ordinanza emanata dal governatore Nello Musumeci merita un plauso e va sostenuta poiché interpreta la volontà della maggioranza dei siciliani ed è perfettamente in linea con la battaglia che la Lega porta avanti contro l’incontrollato fenomeno dell’immigrazione clandestina aggravata dall’emergenza sanitaria. Si tratta di un’ordinanza epocale di grande spessore politico attraverso la quale viene disposta la chiusura defli hotspot, dei centri d'accoglienza per i clandestini e viene vietato lo sbarco dei migranti che raggiungono le coste siciliane a bordo di qualsivoglia imbarcazione ivi comprese quelle delle ONG nonché il transito e la sosta nella nostra isola dei clandestini, a tutela della salute e dell’incolumità dei siciliani. Con buona pace del governo nazionale, dei finti buonisti e degli ipocriti parlamentari del movimento 5 stelle e del PD che hanno dimostrato tutta la loro incapacità nel gestire il fenomeno dell’immigrazione nell’indifferenza dell’Unione Europea, lasciando da sola la Sicilia a fronteggiare una tale emergenza. Al Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, ultimo sindaco d’Italia nel gradimento dei cittadini, consiglio di dimettersi e di non continuare ad offendere i palermitani con le sue affermazioni secondo le quali i migranti sarebbero “in assoluto una categoria più sicura dei panettieri, dei ristoratori, degli impiegati del catasto". La Sicilia non può essere ridotta all’hot spot d’Europa. Se il governo nazionale impugnerà l’ordinanza del governatore, valuteremo di proporre un atto di intervento ad adiuvandum a sostegno del governo regionale. Lo scrive in una nota Stefano Santoro, avvocato penalista, responsabile del dipartimento Giustizia della Lega in Sicilia.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento