Orchestra sinfonica, la Fistel-Cisl: "Nomina Bonafede non è la più adatta a questa storica istituzione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

In riferimento all’articolo pubblicato da PalermoToday dove, con nota si precisa che il testo viene riportato integralmente poichè proveniente da fonte esterna, la Fistel-Cisl dissente in toto da quanto riportato, prendendo le distanze da quanto affermato. Al momento in cui scriviamo non abbiamo notizie di documenti a firma de "La maggioranza dei lavoratori della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana", ancor meno, in quanto lavoratori, ci sono stati sottoposti documenti da sottoscrivere.

E se è vero che dal punto di vista costituzionale “Lo sviluppo della cultura è compito dello Stato...”, gli unici organi giuridici riconosciuti, preposti alla rappresentatività dei lavoratori sono, così come previsto dalla Costituzione Italiana, le organizzazioni sindacali. Affermare, che le idee rappresentate vengono condivise dalla maggioranza dei lavoratori, se non suffragate da elementi concreti (firme autografe poste in calce al documento) non possono e non debbono essere prese in alcun modo in considerazione, oltre a ritenere ciò un atto di estrema gravità, ancor più che, sempre  al momento in cui scriviamo, la maggior parte dei lavoratori è in ferie e rientrerà alla lavoro nella giornata di martedì 11 giugno.

Riteniamo altresì grave quanto riportato, rispetto ad un’aperta manifestazione di soliderietà nei confronti del Sovrintendente nominato e che quindi vedrebbe la scrivente fra le quattro sigle che con il loro silenzio avrebbere posto il loro assenso a tale nomina. Questa affermazione è di inaudita gravità perchè priva di fondamento, non ha alcun riscontro e non corrisponde alla realtà dei fatti. Mentre è vero che chi scrive, raggiunto da alcuni organi di stampa, ha auspicato la revoca di tale nomina dichiarando altresì che non volendo fare un processo al passato o comunque alle gestioni precedenti della Fondazione - per quello ci stanno già pensando gli organi inquirenti - ma tenendo conto solo del presente: "La nomina dell’Architetto Bonafede non sembra essere la più adatta alle necessità di questa storica istituzione. Non ci risulta che la stessa, alla guida della Foss fino al lontano 2013, sia stata chiamata a dirigere istituzioni analoghe dove maturare ulteriori esperienze e allacciare collegamenti internazionali. Ci aspettavamo una personalità che potesse dare ancora più incisività al progetto di rilancio intrapreso a partire dal 2015, una nomina che potesse proiettare l’orchestra in un contesto più europeo. I nomi letti sui giornali, ci facevano ben sperare". 

Chi ha predisposto il documento in questione ha strumentalizzato il nostro silenzio dando per certo l'assenso ad una nomina che per quanto ci riguarda è solo prerogativa delle istituzioni che se ne assume responsabilità, oneri e, qualora ce ne fossero, onori. Alle istituzioni, alla politica il privilegio e la responsabilità di fare le loro scelte a noi l'obbligo morale e istituzionale di far rispettare le norme contrattuali sia collettive che aziendali, di sollecitare la controparte affinchè venga predisposto nell’immediato un piano organizzativo efficiente che passi attraverso il ripristino della pianta organica orchestrale e l’organizzazione del settore tecnico-amministrativo che ne individui le competenze e ne definisca le responsabilità, il tutto nella massima trasparenza, nel rispetto dei ruoli fra controparte ed organizzazioni sindacali unicamente nell'interesse dell'istituzione. 

Poichè riteniamo lesivo nei confronti della Fistel-Cisl quanto riportato nella lettera in questione, la scrivente si riserva di fare le opportune valutazioni al fine di intraprendere un azione legale a tutela della Federazione Fistel-Cisl , rivalendosi sull'autore del documento.

Michele de Luca, responsabile delle politiche culturali della Fistel-Cisl Palermo-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento