Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Un opuscolo elettorale nelle parrocchie Scende in campo anche la Chiesa

Con un documento diffuso lo scorso fine settimana la diocesi palermitana prende posizione sulle prossime amministrative con delle "riflessioni" ad hoc. "Una scelta responsabile per il bene comune"

L'opuscolo dato ai fedeli nella parrocchie a Palermo

“Una comune responsabilità per Palermo”. Si intitola così il documento diffuso in tutte le parrocchie lo scorso fine settimana dalla Diocesi che prende posizione con le “Riflessioni della Chiesa palermitana in vista delle prossime elezioni amministrative”. Una riflessione di poche pagine, un passo se non altro “originale”, in vista del prossimo appuntamento con le urne in cui i  cattolici vengono chiamati ad una presa di posizione responsabile.

“Le prossime elezioni amministrative rappresentano un appuntamento cruciale per la nostra città. esse giungono al culmine di una fase di decadimento economico e sociale che Palermo ormai da troppo tempo attraversa, aggravata, oggi, da una drammatica crisi che l’intero Paese è chiamato a fronteggiare. Vogliamo, perciò, promuovere un percorso di discernimento e di confronto che, crediamo, possa contribuire a quel risveglio che la nostra città attende”.

Comincia così l’opuscolo che procede poi con una descrizione dei punti critici della città tra cui “la perdita emorragica di posti di lavoro” e il “processo di inesorabile erosione della base produttiva diffusa in tutti i settori di attività economica”. Secondo la Diocesi palermitana “il prossimo governo cittadino dovrà porre una particolare attenzione alle giovani generazioni, riconoscendo la centralità del ruolo e dei percorsi educativi ad essi rivolti”.
La seconda parte del documento dal titolo “Una scelta responsabile per il bene comune” è un vero e proprio sollecito ai cristiani al voto cosciente e “indirizzato”.

“E’ urgente rinnovare la nostra classe amministrativa - si legge - mediante preferenze elettorali che incoraggino politiche volte a promuovere una pratica della dimensione sostanziale della legalità, rompendo così con la logica del privilegio e garantendo effettive scelte di equità e solidarietà”. “In particolare - continua – ci rivolgiamo ai candidati che dichiarano di ispirare i propri programmi politici e le proprie azioni amministrative al magistero della Chiesa cattolica: ribadiamo con forza che la misura concreta di tale riferimento non può che risiedere nella costante tensione ad uno stile di vita e ad un agire politico radicati nel Vangelo”.

Sull’opuscolo il cardinale Paolo Romeo: “Con tale documento la Chiesa di Palermo vuole offrire un contributo che non è soltanto una voce lanciata in questo momento – ha detto – perché da tempo vengono indicate le scelte da operare per il bene comune. Ecco che dobbiamo interpellare il nostro cuore per un rinnovato impegno a vantaggio della Città e ognuno si senta impegnato a dare il suo contributo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un opuscolo elettorale nelle parrocchie Scende in campo anche la Chiesa

PalermoToday è in caricamento