Cronaca Zen

Padre e figlio freddati allo Zen, convalidato l'arresto del reo confesso

Resta in carcere Giovanni Colombo, il 27enne che si è autoaccusato dell'omicidio di Antonino e Giacomo Lupo, padre e figlio uccisi a colpi di pistola allo Zen. Agli inquirenti ha detto di avere agito perchè impaurito dai due uomini

Il gip ha convalidato l'arresto di Giovanni Colombo, il 27enne, che si è autoaccusato dell'omicidio di Antonino e Giacomo Lupo, padre e figlio, freddati a colpi di pistola giovedì scorso allo Zen.

Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Colombo il giorno dopo il duplice omicidio si è costituito accompagnato dal suo avvocato e ha ammesso di avere fatto fuoco contro i Lupo. Ha spiegato al gip di avere agito "per paura" perché i rivali, dopo una lite con un altro fratello, si sarebbero presentati sotto casa di Colombo "insieme con altre 50 persone, con mazze e spaccapugni". Una ricostruzione al vaglio degli inquirenti. Il gip intanto ha convalidato l'arresto dell'indagato e disposto la custodia cautelare in carcere.

Ruperti: "Tanta gente in strada, nessuno ha collaborato"


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre e figlio freddati allo Zen, convalidato l'arresto del reo confesso

PalermoToday è in caricamento