Padre e figlio freddati allo Zen, convalidato l'arresto del reo confesso

Resta in carcere Giovanni Colombo, il 27enne che si è autoaccusato dell'omicidio di Antonino e Giacomo Lupo, padre e figlio uccisi a colpi di pistola allo Zen. Agli inquirenti ha detto di avere agito perchè impaurito dai due uomini

Giovanni Colombo

Il gip ha convalidato l'arresto di Giovanni Colombo, il 27enne, che si è autoaccusato dell'omicidio di Antonino e Giacomo Lupo, padre e figlio, freddati a colpi di pistola giovedì scorso allo Zen.

Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Colombo il giorno dopo il duplice omicidio si è costituito accompagnato dal suo avvocato e ha ammesso di avere fatto fuoco contro i Lupo. Ha spiegato al gip di avere agito "per paura" perché i rivali, dopo una lite con un altro fratello, si sarebbero presentati sotto casa di Colombo "insieme con altre 50 persone, con mazze e spaccapugni". Una ricostruzione al vaglio degli inquirenti. Il gip intanto ha convalidato l'arresto dell'indagato e disposto la custodia cautelare in carcere.

Ruperti: "Tanta gente in strada, nessuno ha collaborato"


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

  • Scommesse illegali con la benedizione di Cosa nostra, blitz di 100 finanzieri: 15 arresti

Torna su
PalermoToday è in caricamento