Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Strada statale 121

Omicidio del clochard a Valledolmo, diffuso identikit di chi l'ha visto vivo l'ultima volta

Il delitto è stato compiuto la notte di ferragosto 2014. "Chi ha ucciso - spiegano i carabinieri - non lo ha fatto per soldi, le modalità sono risultate essere quelle di un'esecuzione. Non si esclude la mano della criminalità organizzata". Appello alla cittadinanza

L'identikit diffuso dai carabinieri

Svolta nelle indagini per l'omicidio di Ignazio Castiglia, il clochard ucciso la notte di ferragosto del 2014 sulla statale 121 Palermo-Agrigento, tra Valledolmo e Alia. Fatale un colpo di pistola in testa. I carabinieri di Palermo, che conducono l'inchiesta coordinata dalla Procura di Termini Imerese, hanno realizzato e diffuso un identikit della persona vista in compagnia della vittima prima di morire.

Per gli inquirenti l'autore dell'omicidio non ha agito da solo e si è dato alla fuga attraverso le strade di campagna circostanti che conducono ai comuni vicini. I militari dell'Arma rivolgono anche un appello alla cittadinanza e chiedono di riferire eventuali informazioni.I militari dell'Arma escludono che il movente possa essere stata una rapina finita male perchè la vittima era in possesso di diverse banconote di grosso taglio.

"Chi ha ucciso - spiegano i carabinieri - non lo ha fatto per soldi, le modalità sono risultate essere quelle di un’esecuzione. Ed a questo punto non si esclude neanche la mano della criminalità organizzata. Si chiede alla cittadinanza di riferire anche in forma anonima ogni possibile informazione utile a risalire all’identità del soggetto raffigurato nell’immagine".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio del clochard a Valledolmo, diffuso identikit di chi l'ha visto vivo l'ultima volta

PalermoToday è in caricamento