menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cerimonia di commemorazione in via Libertà

La cerimonia di commemorazione in via Libertà

Palermo ricorda Mattarella, Orlando: "In questa città la mafia non governa più"

Il presidente della Regione fu ucciso in via Libertà il 6 gennaio 1980. Il sindaco: "Piersanti ammazzato da un sistema di potere politico affaristico-mafioso che governava Palermo. Ora la città è cambiata"

Palermo ricorda il suo presidente della Regione siciliana, Piersanti Mattarella, ucciso dalla mafia 37 anni fa. In via Libertà, dove nel giorno dell'Epifania del 1980 il politico democristiano fu ammazzato - sotto gli occhi della moglie Irma e ai suoi due figli Bernardo (20 anni) e Maria (18 anni) - per fermare la sua sfida per una "Regione con le carte in regola".

Il sindaco Leoluca Orlando questa mattina ha partecipato alla cerimonia di commemorazione in via Libertà. Sono state deposte corone di alloro e fiori sul luogo dell'omicidio. Alla cerimonia per il 37simo anniversario hanno partecipato, tra gli altri, anche il presidente del Senato Piero Grasso, l'assessore regionale Mariella Lo Bello, il prefetto Antonella De Miro, il questore Guido Longo, e i vertici della guardia di finanza e dei carabinieri. 

“Con immutato orgoglio – ha detto il sindaco Orlando – anche quest'anno ricordiamo la figura di Piersanti Mattarella ucciso da un sistema di potere politico affaristico-mafioso che governava questa città ed anche un modo per ricordare come dopo quell'omicidio e dopo tanti altri omicidi Palermo fortunatamenete è cambiata e non è più governata dalla mafia. Questo si deve al sacrificio di persone come Piersanti Mattarella che hanno indicato cosa significa la buona politica che si presenta a tutti con le carte in regola"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento