Ragazzo accoltellato davanti a un locale a Terrasini, rinviato a giudizio il presunto killer

Per Alberto Pietro Mulè, accusato di aver ucciso Paolo La Rosa l'inverno scorso, il dibattimento inizierà a gennaio. Altri due imputati, che rispondono di rissa aggravata, saranno invece processati con il rito abbreviato

La vittima, Paolo La Rosa

Inizierà a gennaio davanti alla Corte d'Assise il processo per l'omicidio di Paolo La Rosa, il ventunenne accoltellato a pochi passi da una discoteca di Terrasini il 24 febbraio. Il gup Piergiorgio Morosini ha infatti disposto il rinvio a giudizio per il presunto assassino, Alberto Pietro Mulè. 

Altri due imputati, accusati di rissa aggravata dall'aver provocato la morte del ragazzo, saranno invece processati con il rito abbreviato. Si tratta di un cugino di Mulè, Filippo, e di Rosario Namio. Il giudice ha infine ammesso come parte civile, oltre ai famigliari della vittima, anche i Comuni di Cinisi e Terrasini. Per loro il processo è stato rinviato a metà dicembre.

Anche Alberto Pietro Mulè aveva inizialmente chiesto l'abbreviato, ma con una legge introdotta l'anno scorso, per i reati puniti con l'ergastolo, come gli omicidi pluriaggravati, non è più possibile ricorrere a riti alternativi e a sconti di pena. Pochi giorni fa, peraltro, la Corte Costituzionale ha sancito la legittimità della norma e quindi per l'imputato non è rimasto che il dibattimento.

L'aggressione di La Rosa aveva sconvolto i due paesi e - come ricostruito dal procuratore aggiunto Ennio Petrigni e dal sostituto Daniele Sansone che hanno coordinato le indagini dei carabinieri - sarebbe maturata dopo un litigio nella discoteca. In alcuni messaggi Whatsapp circolati quella sera, alcuni testimoni raccontavano l'accaduto: "Arrivò 'sto Paolo La Rosa - diceva un ragazzo in un audio - e andò ad acchiappare subito a Filippo (Mulè, ndr)... Gli va a dare quattro pugni in faccia a Filippo... Ha uscito il coltello, picciotti, gli ha tagliato la giugulare a giro a giro, due coltellate nella pancia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento