Omicidio di Pagliarelli, lunedì il 42enne fermato davanti al giudice: "Non l'ho ucciso io"

Prevista per dopodomani l'udienza di convalida del fermo per il gestore della pizzeria della Molara "All'Antico Borgo". L'uomo si è professato innocente e ai pm ha detto di non essere lui il killer di Manzella

Il tribunale di Palermo

Fissata l’udienza di convalida del fermo di Pietro Seggio, il presunto killer di Francesco Manzella. Il giudice si esprimerà lunedì mattina sul provvedimento emesso nei confronti del 42enne gestore della pizzeria All’Antico Borgo di via Molara. L'uomo è accusato dell’omicidio del 34enne avvenuto nella notte tra il 17 e il 18 marzo scorsi in via Gaetano Costa, in zona Pagliarelli.

Omicidio Manzarella a Pagliarelli, i retroscena dell'arresto del presunto killer
L'uscita di Seggio dalla Questura | VIDEO

Seggio, difeso dall'avvocato Giovanni Castronovo, è stato fermato dopo le indagini della Squadra Mobile ma si è professato innocente. Ai pm ha detto di non essere lui l'omicida di Manzella. Gli agenti della Omicidi hanno cercato di smontare gli alibi forniti dal gestore della pizzeria che ha detto di essere rimasto nel locale dalle 22 e fino alle 00.30, prima di essere smentito dai suoi dipendenti.

L'alibi che scricchiola e i video che inchiodano

L'omicidio di Manzella è avvenuto tra le 23.35 e le 23.40. Dalla pizzeria, grazie alle telecamere piazzate nei pressi del locale e in una scuola elementare, è stata vista uscire una Fiat Panda color oro che sembrerebbe la vettura in uso alla moglie e alla madre di Seggio. Orari di uscita e ingresso compatibili con l'ora del delitto visto che la pizzeria si trova a 8 minuti dalla scena del crimine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Annientata la Cupola di Cosa nostra: arrivano 46 condanne, inflitti oltre 4 secoli di carcere

  • Ficarra e Picone dicono addio a Striscia la Notizia: "Non è facile ma preferiamo fermarci"

Torna su
PalermoToday è in caricamento