rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Brancaccio / Via Pasquale Matera

L'omicidio a Brancaccio, giovane si presenta dai carabinieri: “Sono stato io”

Il diciannovenne, per cui la Procura ha emesso un provvedimento di fermo, si chiama Alessandro Sammarco. Sarebbe stato lui a sparare alla testa di Natale Caravello che è morto sul colpo

Ha un nome il presunto assassino di Natale Caravello, il 46enne ucciso in via Pasquale Matera, a Brancaccio, ieri sera verso le 20. Si chiama Alessandro Sammarco, ed ha 19 anni. Per il giovane la Procura ha emesso un provvedimento di fermo. Avrebbe confessato di essere l'autore dell'omicidio. Il ragazzo nella notte si è presentato alla caserma 'Carini' dei carabinieri, con l’avvocato Corrado Sinatra, ma poi è stato portato negli uffici della squadra mobile, che indaga sul delitto. Avrebbe raccontato di aver ammazzato Caravello perché non voleva che il giovane stesse con la figlia neppure ventenne. 

La confessione: "L'ho visto e gli ho sparato, non voleva che stessi con sua figlia"

VIDEO | Agguato a Brancaccio, le immagini dal luogo dell'omicidio

Alessandro Sammarco avrebbe sparato due, o forse tre, colpi di pistola alla testa di Caravello che è morto sul colpo. La polizia è intervenuta dopo le telefonate di alcuni residenti, terrorizzati dopo aver sentito degli spari. Al loro arrivo gli agenti hanno trovato l'uomo disteso per terra, vicino a uno scooter. In un primo momento si era pensato a un incidente, ma da una prima ispezione sono emersi i fori provocati da un'arma da fuoco. La vittima in passato è stata più volte coinvolta in processi per rapine e furti commessi a Palermo e in Brianza.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'omicidio a Brancaccio, giovane si presenta dai carabinieri: “Sono stato io”

PalermoToday è in caricamento