Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Marinella di Selinunte, frazione di Castelvetrano

Palermitana di 29 anni uccisa a coltellate a Marinella di Selinunte, fermato il compagno 63enne

Maria Amatuzzo è stata trovata morta nell'abitazione in cui viveva con Ernesto Favara. I carabinieri di Castelvetrano hanno sequestrato un coltello e portato in caserma l'uomo. La donna aveva quattro figli, due dei quali avuti con l'uomo adesso indagato per l'omicidio

Uccisa a coltellate dentro casa, a Marinella di Selinunte, provincia di Trapani. Una donna di 29 anni nata a Palermo, Maria Amatuzzo, è stata trovata morta all’interno della abitazione che condivideva con il compagno nella frazione di Castelvetrano, in via Cassiopea. Il sospettato numero al momento è il 63enne Ernesto Favara, fermato dai carabinieri e portato in caserma per essere interrogato.

Da una prima ricostruzione il delitto sarebbe avvenuto in casa, al culmine di una lite tra la donna e il 63enne con il quale Amatuzzo aveva avuto due dei suoi quattro figli. La 29enne era nata a Palermo ma aveva sempre vissuto nel Trapanese, dove insieme al compagno, con cui stava da una decina di anni, gestiva una piccola attività nel settore ittico.

Pare che al momento dell'omicidio le figlie non si trovassero a casa. A chiamare il 112 sarebbero stati i vicini. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Castelvetrano e i sanitari del 118, ma per la 29enne non c’era più nulla da fare. I militari dell'Arma hanno eseguito i rilievi nell’appartamento e sequestrato un coltello, quello che sarebbe stato utilizzato dall'uomo per ferirla mortalmente.

Nella biografia del profilo social della donna c'era scritto: "Amo le mie quattro figlie e mio marito Ernesto Favara".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermitana di 29 anni uccisa a coltellate a Marinella di Selinunte, fermato il compagno 63enne
PalermoToday è in caricamento