Cronaca

Omicidio di Liegi, il presunto killer arrestato è un altro palermitano

In manette un uomo di 56 anni: per la polizia belga sarebbe stato lui a uccidere Salvatore Catalano, 66enne originario di Lercara Friddi, crivellato mentre sorseggiava un caffè in un bar del centro

E’ palermitano il presunto assassino di Salvatore Catalano, 66 anni, l’uomo originario di Lercara Friddi ucciso domenica in un bar del centro di Liegi. La polizia belga ieri ha arrestato Giuseppe Ficarotta, 56 anni, di origini palermitane. A incastrare l'uomo  sono state utile le videocamere di sorveglianza di alcuni esercizi commerciali nei pressi del bistrot  “Le Huit”, all’angolo di Rue des Mineurs dove è stato assassinato Catalano.

Secondo il giornale La Meuse, non si conoscono al momento le ragioni dell’assassinio e l’arrestato nega le accuse. In questo momento non ci sono elementi che facciano pensare agli altri due omicidi di siciliani, avvenuti a Liegi, riconducibili a una faida tutta siciliana. Probabilmente i due si conoscevano di vista. Il presunto assassino, Ficarotta, lavora poco distante dal luogo dell’omicidio, fa spettacoli di marionette.

La vittima è stata raggiunta da almeno due colpi di fucile: uno alla testa mentre l’altro al torace. L'assassino dopo aver parcheggiato una Mercedes, si è avvicinato alla vittima che sorseggiava un caffè in un bar del centro e ha indirizzato prima due colpi alla schiena di Catalano e poi lo ha finito con un colpo alla testa. Un lavoro che secondo gli investigatori ha le caratteristiche di un regolamento di conti, eseguito da un professionista. Il fermato ha negato le accuse, ma il giudice istruttore lo ha dichiarato in arresto. Catalano è la terza vittima siciliana nella città belga. Il 5 maggio scorso fu assassinato il ristoratore favarese Rino Sorce, davanti alla sua pizzeria Grande Fratello. Il 14 settembre dell'anno scorso morì in un agguato l'empedoclino Mario Jakelich.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Liegi, il presunto killer arrestato è un altro palermitano

PalermoToday è in caricamento