menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aldo Naro

Aldo Naro

"Prima è stato pestato, poi il calcio fatale": le ultime ore di vita di Aldo Naro

I carabinieri hanno chiuso la prima parte delle indagini sulla morte del giovane medico, ucciso la notte di San Valentino all'interno della discoteca Goa. Finora sotto accusa c'è soltanto un minorenne, reo confesso, ma l'attenzione degli inquirenti è sul personale dello staff di sicurezza

Prima di essere colpito a morte da un calcio alla testa, Aldo Naro sarebbe stato picchiato - nel corso di una rissa - da alcuni addetti alla sicurezza. Ecco la ricostruzione che i carabinieri del reparto operativo e del nucleo investigativo hanno fatto dei quanto accaduto la notte di San Valentino all'interno della discoteca Goa, allo Zen. Una serata di festa trasformata in tragedia che ha visto la morte di Aldo Naro, giovane medico di 25 anni che si trovava con alcuni amici.

GUARDA IL VIDEO: I funerali di Aldo Naro

Finora sotto accusa c'è soltanto un ragazzo di 17 anni, che qualche giorno dopo l'omicidio si è presentato ai carabinieri dicendo di essere stato lui a sferrare il calcio che si è rivelato fatale. Molti aspetti di quella serata però fanno pensare ad altro. L'attenzione è tutta sullo staff della sicurezza, in buona parte irregolare. Cosa che è costata la chiusura del locale.

LEGGI ANCHE: Revocata la licenza al Goa

A insospettire sono anche le reticenze di molti presenti alle operazioni di soccorso di Aldo, trascinato all'esterno della discoteca in attesa che arrivasse l'ambulanza. Chi ha iniziato il pestaggio nei confronti di Aldo? Chi, dei presenti, ha visto ma si ostina a tacere o a fornire solo spezzoni di verità? Domande precise che potrebbero portare alla formulazione di accuse specifiche nei confronti di altre persone, maggiorenni, per le quali la competenza passa dai pm della procura per i minorenni Caterina Bartolozzi e Matia Grazia Puliatti agli ordinari Carlo Marzella, Claudio Camilleri e Siro De Flammineis.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento