Cronaca

"Omicidio doloso": in stato di fermo il killer di Aldo Naro

Il fermo è scattato dopo un lungo interrogatorio. Il diciassettenne dello Zen ha provato a tergiversare, poi però è crollato e ha vuotato il sacco. Ma sarebbero almeno cinque i ragazzi - tutti dello Zen - che hanno partecipato alla rissa

Aldo Naro

Omicidio doloso: è in stato di fermo con questa accusa il diciassettenne dello Zen che ieri pomeriggio si è costituito nel carcere minorile "Malaspina", per la morte di Aldo Naro. "Sono io quello che cercate", ha detto. Il fermo è scattato la scorsa notte intorno all'una, dopo un lungo interrogatorio. Il diciassettenne in realtà, una volta davanti agli investigatori, ha inizialmente negato e "minimizzando" l'accaduto. Il ragazzo ha provato a tergiversare, ha parlato solo di una lite all'interno del privè, e di un pugno. Poi però è crollato e ha vuotato il sacco.

Ma secondo gli inquirenti il ragazzo non avrebbe agito da solo. E infatti il caso del giovane medico ucciso al Goa, durante una festa di Carnevale, è tutt'altro che chiuso: la sensazione è che la vicenda possa arricchirsi di altri risvolti. Il giovane che è stato arrestato è incensurato ed è figlio di un pregiudicato per stupefacenti. Ieri era arrivato al Malaspina intorno alle 17, insieme a un familiare e un avvocato.

Sarebbero almeno cinque i ragazzi - tutti dello Zen - che hanno partecipato alla rissa. Calci e pugni: Aldo Naro, giovane medico appena laureato è stato ucciso in discoteca nella notte tra venerdì e sabato. Mentre il malcapitato era terra, uno del "branco", ha sferrato il calcio fatale, alla nuca. E dire che Aldo Naro era intervenuto per fare da paciere a una lite scoppiata per il furto di un cappellino da cowboy. Il gruppo di ragazzi dello Zen è entrato al Goa senza il classico "invito", ma da imbucato. A inchiodare il diciassettenne ci sarebbero anche delle foto e dei video. Il minorenne ha confessato tra le lacrime dopo essersi reso irreperibile per quattro giorni. Ma - a questo punto è certo - non era da solo. E la caccia ai "complici" continua.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Omicidio doloso": in stato di fermo il killer di Aldo Naro

PalermoToday è in caricamento