rotate-mobile
Cronaca

Ventisei anni fa la mafia uccideva Giuseppe Di Matteo: "Fatto che ha sconvolto l'Italia intera"

Il ricordo di Orlando: "Ferita ancora sanguinante, venne smentito quel falso mito secondo cui 'la mafia non uccide i bambini'"

Oggi sarebbe un "ragazzo" di 40 anni. In occasione dell'anniversario della sua uccisione, Orlando ha ricordato così Giuseppe Di Matteo: "Un omicidio che ha sconvolto tutto il Paese e ha aperto gli occhi di molti, smentendo quel falso mito secondo cui 'la mafia non uccide i bambini'.

Sono passati 26 anni. L'omicidio di Giuseppe Di Matteo venne commesso a San Giuseppe Jato, l'11 gennaio 1996, da esponenti mafiosi nel tentativo di impedire che il padre, Santino Di Matteo, collaboratore di giustizia ed ex-mafioso, collaborasse con gli investigatori. "Il brutale assassinio di Giuseppe - dice ancora Orlando - è una ferita ancora sanguinante nella storia del nostro paese perché ci ricorda la bestialità mafiosa che non dobbiamo mai dimenticare e di come questa abbia distrutto le vite di tante altre famiglie, i cui figli sono stati uccisi dalle mafie. Non dimentichiamoli e portiamo avanti, insieme, il valore della cultura della vita". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventisei anni fa la mafia uccideva Giuseppe Di Matteo: "Fatto che ha sconvolto l'Italia intera"

PalermoToday è in caricamento