Cronaca Zisa / Largo Rahman

Omicidio di Giovanni Rosselli, condannati padre e figlio

La vittima rimase uccisa con una coltellata nel 2011 alla Zisa al culmine di una rissa fra ex coniugi per un banale incidente stradale. All’omicidio avrebbero parteciparono Antonino Rosone e il figlio Michelangelo, dovranno scontare 22 anni e 3 mesi

La corte d'assise ha condannato a 22 anni e 3 mesi ciascuno Antonino Rosone e il figlio Michelangelo, accusati dell'omicidio di Giovanni Rosselli e del tentato omicidio del fratello, Filippo, avvenuti il primo novembre 2011 alla Zisa.

La lite è nata a causa di un incidente stradale avuto da Rita Rosone con l'auto dell'ex marito, fratello della vittima. I due fratelli si presentarono a casa della donna in largo Ramhan, nella zona di via Perpignano. In sua difesa della donna intervennero il padre e il figlio armati di un coltello da cucina. La lite degenerò subito e nella rissa rimase ucciso Giovanni Rosselli, 35 anni, colpito con una vaso alla nuca.

Assolta una parente dei Rosone, Maria Cristina D’Aluisi accusata di rissa. I risarcimenti alle parti civili verranno liquidati dal giudice civile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Giovanni Rosselli, condannati padre e figlio

PalermoToday è in caricamento