Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca

La figlia dell'avvocato Fragalà: "Dopo 13 anni finalmente la verità: mio padre ucciso perché libero"

Il commento di Marzia Fragalà, che è diventata penalista pochi giorni dopo l'omicidio nel 2010, in relazione alla sentenza della Cassazione: "E' stato riconosciuto che papà fu assassinato per la sua professione e speriamo un giorno di poter scoprire anche chi siano stati i mandanti del delitto"

"Siamo felici perché dopo 13 anni è stata definitivamente stabilita la verità, o almeno una parte di essa, sull'uccisione di mio padre, riconoscendo che è stato ammazzato dalla mafia per la sua professione e per dare un avvertimento a tutta l'avvocatura palermitana. Mio padre era un uomo e un avvocato libero, che non si faceva condizionare da nessuno, figuriamoci da Cosa nostra". E' il commento di Marzia Fragalà, figlia del penalista morto in seguito ad un barbaro pestaggio il 26 febbraio del 2010 e per il cui omicidio poco fa la Cassazione ha emesso la sentenza definitiva.

Dopo 13 anni la Cassazione chiude definitivamente il caso Fragalà

Marzia Fragalà, che diventò avvocato penalista pochi giorni dopo il delitto, rimarca che "mancano ancora i mandanti e speriamo che un giorno si possa arrivare anche a loro". Secondo il pentito Antonino Siragusa, che ha confessato di aver partecipato all'agguato, l'omicidio sarebbe stato commesso su ordine del boss di Porta Nuova Gregorio Di Giovanni. La Procura aveva anche aperto un fascicolo a suo carico, ma poi, non trovando riscontri ed elementi sufficienti, l'inchiesta era stata archiviata.

Le altre reazioni

"Finalmente giustizia è stata fatta per l'avvocato Enzo Fragalà e il lungo iter processuale ha chiarito che si è trattata di un’esecuzione mafiosa e di una punizione per l’avvocato che era considerato 'sbirro'. Un’esecuzione in piena regola su cui la giustizia ha fatto luce, assicurando i colpevoli al carcere. Fragalà era un professionista integro che esercitava la sua professione senza piegarsi alle logiche mafiose ed è stato ucciso in modo brutale", lo dichiara il deputato regionale di Fratelli d’Italia e componente della Commissione regionale Antimafia, Marco Intravaia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La figlia dell'avvocato Fragalà: "Dopo 13 anni finalmente la verità: mio padre ucciso perché libero"
PalermoToday è in caricamento