L'omicidio di Pippo u soldato, il caso si riapre: liberi i due fratelli indagati

Gli indizi raccolti dai pm non sono stati ritenuti sufficienti per la conferma del carcere. Restano in libertà Salvatore e Vincenzo Di Pisa, accusati dell'omicidio di Giuseppe Filippello, assassinato nel 1993 a Palazzo Adriano

Gli indizi raccolti dai pm non sono stati ritenuti sufficienti per la conferma del carcere. Restano liberi Salvatore e Vincenzo Di Pisa, due fratelli di Prizzi accusati dell'omicidio di Giuseppe Filippello, assassinato nel 1993 a Palazzo Adriano. La Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso della Procura contro la decisione del tribunale del Riesame di scarcerare i due indagati finiti in cella nei mesi scorsi.

Un cold case che sembrava risolto dopo venticinque anni e che invece si riapre. Giuseppe Filippello fu freddato a Palazzo Adriano la sera del 10 marzo 1992 mentre stava rincasando. La vittima aveva 45 anni. Per l'omicidio di Pippo u soldato - così era nota la vittima in paese - lo scorso 3 luglio furono arrestati i due fratelli Di Pisa, rispettivamente di 57 e 55 anni, pregiudicati, titolari di una concessionaria di auto usate, nella vicina Prizzi. "Appena due notti prima dell’omicidio - avevano spiegato i carabinieri - nella concessionaria dei due fratelli Di Pisa erano state danneggiate 11 autovetture. L'autore sarebbe stato proprio Filippello, che si sarebbe così vendicato delle pesanti pressioni e minacce subite dai Di Pisa, dopo che aveva acquisito alcuni terreni in una contrada del comune di Palazzo Adriano". I fratelli avrebbero così deciso di punire Filippello, aprendo il fuoco e uccidendolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tu si chiddu ca ammazzò Pippo U Soldato" | Le intercettazioni

Filippello, 45 anni, fu crivellato da un colpo di fucile calibro 12 mentre si apprestava a tornare nella propria abitazione di Palazzo Adriano, paese noto alle cronache per essere stato il naturale set del film Oscar “Nuovo Cinema Paradiso” (il paese è stato poi sciolto per mafia nell’ottobre 2016). Rosalia Di Pisa, sorella dei due indagati intercettata, mentre era in caserma insieme ai fratelli per essere interrogata, disse: "A Filippello tu lo isti ad ammazzari. A quello l'ha fatto girare e gli ha sparato... il bello è che il motivo lo avevano... due giorni prima era successo quello che era successo... più di una volta lo avevano minacciato a quello". Le lunghe indagini avevano portato i carabinieri verso i fratelli Di Pisa. Ma adesso il caso si è riaperto e i due indagati sono tornati liberi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

Torna su
PalermoToday è in caricamento