Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

L’ultimo saluto al commerciante ucciso, il Cep si stringe alla famiglia Discrede

Si sono svolti questa mattina i funerali dell'imprenditore assassinato sabato scorso in via Roccazzo davanti alla figlia. Il parrocco agli assassini: "Costituitevi". Intanto al vaglio degli inquirenti le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza

Folla per i funerali davanti alla chiesa di San Giovanni Apostolo

Si sono celebrati oggi alle 11 nella chiesa San Giovanni Apostolo in viale Michelangelo, al Cep, i funerali di Daniele Discrede, il commerciante ucciso sabato sera in via Roccazzo davanti alla figlia di 8 anni appena fuori dal suo negozio. Una folla di persone, nel rione dove era nato, ha voluto dare “l'ultimo saluto ad una persona speciale”, come si legge nell’evento creato su facebook.

Sopra la bara gli amici hanno posato la maglia della squadra di calcetto nella quale giocava ogni fine settimana. Nella chiesa la figlia che ha assistito all'omicidio del padre. Accanto a lei la sorella maggiore. Il parroco lancia un appello agli assassini: "Costituitevi".

Intanto proseguono senza sosta le indagini. Al vaglio degli investigatori le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza. Secondo quanto trapelato dalla Procura - come si legge sul Giornale di Sicilia - lo scontro a fuoco sarebbe avvenuto a distanza ravvicinata, ma non è ancora possibile stabilire con chiarezza l'esatta dinamica dei fatti.

discrede daniele-2Diversi elementi fanno pensare che non si sia trattato di una rapina degenerata nell'epilogo peggiore. Ma molti particolari non si riescono ad evincere dalle riprese delle telecamere per via della scarsa qualità delle immagini riprese al buio. L'autopsia eseguita martedì ha escluso che i colpi di pistola siano stati sparati a breve distanza, ma questo particolare potrà essere accertato solo dopo gli ulteriori accertamenti sui vestiti della vittima. Parallelamente sono state avviate anche le indagini patrimoniali su Discrede, come anche sui suoi tabulati telefonici, alla caccia di indizi utili per ricostruire un quadro completo dell'accaduto.

Alcun mesi fa Discrede aveva deciso di chiudere la sua attività "New cash and carri" per cederla a due nuovi soci che la trasformarono ne "L'isola del risparmio", dove comunque il 42enne avrebbe avuto un ruolo rilevante. Così si arriva a quel tragico sabato sera, quando i tre malviventi sarebbero arrivati in via Roccazzo a bordo di una Citroen C4 rubata e poi trovata incendiata nei pressi di Bellolampo. Ma nel mezzo non sarebbe stata trovata alcuna traccia biologica. Anche questo elemento lascia pensare che il blitz fosse premeditato. Se si fosse trattato di una rapina, per quanto violenta, perché mai trucidare il commerciante davanti alla figlia di otto anni?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ultimo saluto al commerciante ucciso, il Cep si stringe alla famiglia Discrede

PalermoToday è in caricamento