menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'omicidio a Cruillas, il padre della vittima rinviato a giudizio per rissa

Lo scorso 26 giugno, al culmine di una lite tra famiglie rivali, morì Roberto Frisco. Inizialmente erano stati istruiti due processi, ora riunificati davanti al gup. Tutti gli imputati hanno scelto l’abbreviato, tranne Giuseppe Frisco. Da qui la decisione dei giudice

Ha perso suo figlio nella terribile rissa che, il 26 giugno scorso, insanguinò la piazza di Cruillas e culminò nell’uccisione di Roberto Frisco, 27 anni. Adesso suo padre, Giuseppe Frisco, è stato rinviato a giudizio proprio per quella rissa e per lesioni. Il processo per lui inizierà alla fine di aprile davanti al tribunale monocratico.

Quella sera, per un sguardo di troppo, si contrapposero – a martellate e coltellate – la famiglia di Frisco e quella di Nunzio Lo Piccolo, che ha confessato di aver sferrato il colpo fatale alla vittima. Il processo per la rissa e quello per l’omicidio, che erano stati affidati a due diversi giudici, ieri sono stati riunificati davanti al gup Fernando Sestito e vedono imputati Lo Piccolo, suo padre Giuseppe, suo fratello Salvatore, nonché il fratello della vittima, Francesco Frisco. Tutti hanno scelto l’abbreviato, tranne Giuseppe Frisco che è stato dunque rinviato a giudizio.

Il gup ieri, come richiesto dagli avvocati, ha anche disposto una perizia psichiatrica per Nunzio Lo Piccolo, al fine di chiarire se fosse capace di intendere e di volere al momento del delitto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento