menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piera Napoli, 32 anni

Piera Napoli, 32 anni

Omicidio a Cruillas, cantante neomelodica uccisa con 10 coltellate: confessa il marito

Dopo un lungo interrogatorio in caserma Salvatore Baglione, 37 anni, ha ammesso le proprie responsabilità ed è stato portato al Pagliarelli. E' in stato di fermo per la morte di Piera Napoli, 32 anni, trovata in un lago di sangue nel bagno di casa

Alla fine avrebbe confessato di averla uccisa, di aver colpito a morte, con almeno dieci coltellate, la madre dei suoi tre figli. Salvatore Baglione, 37 anni, è indagato per l'omicidio di Piera Napoli, 32 anni. L'uomo intorno alle 12.40 di oggi si era presentato alla stazione Uditore dei carabinieri raccontando per sommi capi l'accaduto, ammettendo di avere avuto una lite violenta con la donna e consentendo così di fare rinvenire il cadavere all'interno del loro appartamento in via Vanvitelli, in zona Cruillas. Già nelle prossime ore la Procura potrebbe firmare il provvedimento di fermo per Baglione, portato intanto al Pagliarelli.

Le immagini da Cruillas | VIDEO

Secondo una prima ricostruzione stamattina l'uomo, un disoccupato che si dava da fare con vari lavoretti, avrebbe accompagnato i figli a casa dei nonni. Poi sarebbe tornato dalla moglie, tra le 10 e le 11, e avrebbe avuto un'accesa discussione con lei, una casalinga con un trascorso da cantante nel mondo della musica neomelodica. La situazione sarebbe presto degenerata e i due sarebbero arrivati alle mani. L'uomo avrebbe quindi afferrato un coltello da cucina e accoltellato la moglie, colpendola almeno 10 volte nella parte superiore del corpo. Fatale forse un colpo alla gola.

omicidio piera napoli 1-2

Il cadavere di Piera Napoli, come accertato durante i rilievi eseguiti dal personale della sezione investigazioni scientifiche e dai militari del compagnia San Lorenzo, è stato rinvenuto nel bagno. La donna probabilmente aveva cercato di nascondersi fuggendo dal marito. Durante l'ispezione il medico legale avrebbe infatti notato alcuni segni che lascerebbero intendere che la 32enne abbia provato a difendersi. Maggiori dettagli arriverano però dopo l'autopsia disposta all'Istituto di Medicina legale del Policlinico. Baglione, sino all'udienza di convalida davanti al gip, resterà in carcere.

Pare che fra marito e moglie, soprattutto negli ultimi tempi, le cose non filassero liscio. Un rapporto fra alti e bassi durante il quale non sarebbero stati però registrati episodi di violenza, o quantomeno non sembrano esserci denunce presentate dalla donna per violenza domestica. La notizia ha lasciato di sasso un intero quartiere. In tanti hanno raggiunto via Vanvitelli per scoprire cosa fosse successo, compresi i familiari della donna, increduli e disperati per quella vita spezzata troppo presto.

"Sono senza parole e dispiaciuto. Cara amica mia da tanti anni, ragazza per bene, solare e sempre con la voglia di cantare, abbiamo condiviso diversi anni di bella musica. Che la terra ti sia lieve cara, riposa in pace", scrive sulla propria pagina Facebook Piero Sala, titolare dello studio di registrazione Air Music che collaborava con Piera Napoli. In poche ore altre centinaia di persone hanno voluto lasciare un messaggio sulla propria bacheca per ricordare la donna, magari insieme al video di uno dei brani che cantava nei locali o durante una serata di karaoke.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento