Omicidio di Cruillas, cinque imputati a processo col giudizio immediato

Alla sbarra, oltre a Giuseppe e Francesco Frisco, anche Giuseppe, Salvatore e Nunzio Lo Piccolo. Il prossimo 11 novembre dovranno rispondere dei reati di rissa aggravata e lesioni gravi

Omicidio Cruillas, i rilievi della Scientifica

Giudizio immediato per i cinque protagonisti della rissa mortale avvenuta nella piazza di Cruillas. Si celebrerà a novembre, davanti alla quarta sezione del tribunale monocratico, il processo nato dopo i fatti di piazza Lampada della Fraternità, dove perse la vita Roberto Frisco (27 anni) a causa delle coltellate ricevute durante la colluttazione. Gli imputati alla sbarra sono Giuseppe (55) e Francesco Frisco (31), padre e fratello della vittima, che si aggiungono a Giuseppe, Nunzio (19) e Salvatore Lo Piccolo (23). Tutti dovranno rispondere dei reati di rissa aggravata e lesioni gravi ai partecipanti.

Il procuratore Francesco Del Bene, che coordina le indagini, è riuscito a ottenere per loro il giudizio immediato. Salvo novità dovute alle eventuali richieste di riti alternativi mirati, il processo - come si apprende dal Giornale di Sicilia - verrà celebrato il prossimo 11 novembre. Lo scorso 23 luglio, durante l’interrogatorio di fronte al gip Lorenzo Matassa e al pm, Nunzio Lo Piccolo avrebbe parzialmente ammesso le proprie responsabilità dichiarando però che si sia trattato di un incidente. "Non volevo ucciderlo, mi sono soltanto difeso", ha ripetuto più volte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Potrebbe essere stato lui, dunque, a sferrare la coltellata mortale che ha provocato la morte di Roberto Frisco, caduto durante il terzo scontro fra le due famiglie rivali. A scatenare quel "bagno di sangue" una taliata di troppo o un saluto non gradito fra Francesco Frisco e un certo Giovanni (che poi non ha preso parte alla rissa ndr) nei pressi di una pizzeria. Quest’ultimo, dopo averle prese, si è rivolto ai Lo Piccolo e poco più tardi l’accesa discussione si è trasformata in uno scontro con armi e martelli. Ad avere la peggio proprio il 27enne, trovato già senza vita dai soccorritori del 118.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Rientra verso il b&b ma si perde e chiede indicazioni, turista picchiato e rapinato

  • "Facciamo sesso a tre o divulghiamo il tuo video hard": condannata coppia che minaccia fidanzata figlio

  • Il principe Don Jaime di Borbone si sposa: nozze reali a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento