Cronaca

San Giuseppe, omicidio Conigliaro: confermati gli arresti dei Caltagirone

Lo ha deciso il Tribunale del Riesame che ha respinto le istanze della difesa e confermato le misure cautelari della custodia in carcere per Antonino e dei domiciliari per il figlio Vincenzo. Sono accusati di aver aiutato Maniscalco nel disfarsi del cadavere della moglie

Antonio Caltagirone

Il Tribunale del Riesame ha respinto le istanze della difesa e confermato le misure cautelari della custodia in carcere per Antonino Caltagirone e dei domiciliari per il figlio Vincenzo, arrestati lo scorso 6 ottobre con l'accusa di aver aiutato Salvatore Maniscalco a disfarsi del cadavere della moglie Concetta, scomparsa da San Giuseppe Jato (Palermo) l'11 aprile scorso e i cui resti carbonizzati furono trovati nelle campagne tra San Cipirello e Camporeale.

La scomparsa della donna era stata segnata ai carabinieri solo il 15 maggio dalla madre. Le indagini, immediatamente scattate e coordinate dalla Procura di Palermo, hanno stretto il cerchio anche su padre e figlio, notati dai vicini di casa, nei giorni immediatamente successivi alla scomparsa, mentre aiutavano il marito della donna a disfarsi di ferraglia varia, tra cui un fusto metallico del tutto simile a quello nel quale sono poi stati trovati parte dei resti umani. Subito dopo la macabra scoperta gli investigatori avevano rinvenuto nell'abitazione di padre e figlio altre 7 taniche per carburanti simili a quella scoperta accanto ai resti e immagini sacre, anch'esse simili ad una ritrovata affianco ai resti ed incompatibile con la fede evangelica del marito e della vittima.

Peraltro l'esito degli accertamenti tecnici sui liquidi contenuti nella tanica rinvenuta e su quelle sequestrate in casa dei Caltagirone hanno dimostrato la perfetta compatibilità per tipo di carburante. Contro padre e figlio anche le intercettazioni ambientali e telefoniche. Durante alcune conversazioni captate dalle cimici degli investigatori, in fatti, i due avevano cercato di concordare versioni "di comodo" da esporre di fronte a pm e giudici, manifestando il timore di essere coinvolti nelle indagini e di venire arrestati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giuseppe, omicidio Conigliaro: confermati gli arresti dei Caltagirone

PalermoToday è in caricamento