Il killer palermitano arrestato per l'omicidio nel Milanese: "Feroce, freddo e determinato"

Così il gip descrive Edoardo Sabbatino, 58 anni, considerato l'esecutore materiale dell'omicidio di Donato Carbone, il 63enne ucciso lo scorso 16 ottobre nei box sotto casa sua, in un condominio a Cernusco sul Naviglio

Per gli inquirenti non c’è dubbio: è stato lui a premere il grilletto. Undici colpi, otto a segno. Il killer di Cernusco sul Naviglio, in provincia di Milano, è palermitano. E' stato arrestato ieri dopo essere stato pedinato dai carabinieri. Edoardo Sabbatino, 58 anni, è considerato l'esecutore materiale dell'omicidio di Donato Carbone, il 63enne ucciso lo scorso 16 ottobre nei box sotto casa sua, in un condominio in via don Lorenzo Milani a Cernusco sul Naviglio, è finito in manette con Leonardo La Grassa - settantadue anni - trapanese, ritenuto invece il mandante del delitto.

La sera dell'omicidio, Sabbatino - a bordo di una Opel Corsa rubata a Brescia - aveva seguito la macchina della vittima, era entrato nella "galleria" dei box e lì aveva freddato "l'obiettivo" con undici colpi di pistola. Il lavoro degli investigatori è partito proprio dalla Corsa usata dal killer, che era rimasto "intrappolato" nel condominio e aveva minacciato una residente per convincerla ad aprire nuovamente il cancello. 

La stessa residente ha segnalato ai militari l'auto e un parziale del numero di targa: a quel punto i carabinieri hanno cercato quella vettura nelle immagini delle telecamere di sorveglianza, riscontrando che un'ora dopo l'omicidio era stata lasciata fuori da un bar a Cologno. In quello stesso bar, ripresi dai sistemi di videosorveglianza, si erano incontrati proprio mandante e killer, che avevano "brindato" alla morte di Carbone, che era stato ucciso - stando all'inchiesta - per vendetta in un giro di usura. "Controversie insorte nello svolgimento di attività illecite di natura economica-ritorsiva degli indagati e nelle quali era coinvolta anche la vittima", scrive il gip Natalia Imarisio che ha disposto il carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sabbatino - si legge sul Corriere della Sera - ha avuto la freddezza, velocissima, di sostituire la prima pistola inceppata durante la sparatoria. Il palermitano aveva una sfilza di precedenti per ricettazione, armi e stupefacenti, e per gli investigatori era inserito nella criminalità siciliana.  Scrive il gip: "Ha agito con particolare e feroce determinazione indice a sua volta della premeditazione, e apparente freddezza: concreto e attuale il pericolo di reiterazione e fuga". Scrive ancora il gip: i due «hanno pianificato con minuzia le fasi del delitto, assicurandosi vie di fuga, nonché procurandosi armi clandestine e un’auto rubata al fine di commetterlo, con comportamenti che denotano a loro volta un chiaro e inequivocabile inserimento di entrambi in contesti criminosi di spiccata pericolosità". La dimostrano anche i precedenti, "la cui natura ne disegna un profilo di caratura delinquenziale pressoché professionale e l’inserimento in più ampi contesti criminali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento