Uccisa a Carini dall'ex marito: a Palermo l'ultimo saluto ad "Annuccia"

Nella chiesa di San Giovanni del Lebbrosi i funerali di Anna Maria Scavo, assassinata sabato scorso davanti al figlio quattordicenne. Il ricordo della zia: "Mi ha detto ci vediamo domani, quel domani non è arrivato mai"

La foto sulla bara di Anna Maria Scavo

"Ci vediamo domani mi aveva detto sabato, ma quel domani non è arrivato mai". Così la zia - in lacrime - racconta del suo ultimo saluto con la nipote, Anna Maria Scavo, uccisa a Carini dall'ex marito. Oggi una folla commossa ha partecipato ai funerali della 36enne nella chiesa di San Giovanni dei Lebbrosi a Palermo. Sulla bara una foto della donna e la frase: "Ciao raggio di sole, è così che ti definivano tutti. Sei stata una grande guerriera, hai avuto la forza per affrontare tutto ciò con il tuo sorriso e con la tua forza hai lottato per combattere un mostro. Adesso seguirai la luce di Dio per potere riposare in pace. Ciao Annuccia".

"Grande lavoratrice morta ingiustamente" | Video

Per l'omicidio è stato arrestato Marco Ricci, 41 anni. La tragedia si è consumata sabato pomeriggio nel negozio di calzature Ferrante di corso Italia in cui la donna lavorava come commessa. Lì dove, ricostruiscono i carabinieri, Ricci l'ha colpita a morte con un taglierino alla presenza del figlio quattordicenne. L’uomo e l’adolescente, rimasti feriti anche loro nella colluttazione, hanno raccontato la stessa dinamica. E cioè che il padre fosse intervenuto per difendere il figlio. Dinamica che però non ha convinto gli investigatori. 

"Tutti la chiamavano 'Annuccia' - racconta ancora la zia fuori dalla chiesa - ed è cresciuta a casa mia. Nel corso della sua vita ha incontrato la persona sbagliata. Ha cercato di rimediare tenendolo a distanza, ma dopo anni di soprusi e violenze è arrivata la tragedia". Durante la funzione decine di amici si sono stretti attorno alla madre, al fratello e alle sorelle di Anna. Lacrime unite alla rabbia. "Bastardo, bastardo", ha urlato la cugina all'ex compagno della donna. Poi decine di palloncini bianchi e rosa sono stati fatti volare in cielo. "Ciao Annuccia, non ti dimenticheremo mai".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

Torna su
PalermoToday è in caricamento