rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Borgo Nuovo / Largo Pozzillo, 7

Borgo Nuovo, la lite per i panni stesi e l'omicidio: condannato Lo Monaco

Il giudice gli ha inflitto una pena pari a 20 anni di carcere per avere ucciso Vincenzo Barbagallo. Condannato a 10 anni e 8 mesi anche il figlio della vittima, Domenico, per tentato omicidio

Vent’anni all’uomo che uccise il vicino di casa dopo una furiosa lite. Il gup Maria Cristina Sala ha condannato Francesco Lo Monaco, accusato dell’omicidio di Vincenzo Barbagallo (68 anni) e del tentato omicidio del figlio, Domenico Barbagallo, a sua volta condannato a 10 anni e 8 mesi per aver provato a uccidere Lo Monaco. Per quest’ultimo, nel processo che si è svolto in abbreviato, è stata esclusa l’aggravante dei futili motivi. 

I fatti risalgono all’estate 2016. Due donne, vicine di casa, si sono resi protagonisti di una lite per problemi di convivenza all’interno del condominio di largo Pozzillo, dove qualcuno si era lamentato per alcuni panni stesi e gocciolanti. Dopo un primo "contatto" sembrava che la situazione fosse tornata alla normalità. Poi sono entrati in gioco i rispettivi mariti, che hanno dato vita a un’accesa discussione. A quel punto Domenico Barbagallo avrebbe sparato contro Lo Monaco, colpendo però il portone.

Dopo essere riuscito a sfuggire all’agguato, Lo Monaco è andato a recuperare una Beretta calibro 7.65 per regolare i conti, ha aperto il fuoco uccidendo il 68enne e ferendo il figlio. Una ricostruzione sulla quale nutre seri dubbi l’avvocato Cinzia Pecoraro, che assiste la famiglia Barbagallo. Il legale, annunciando ricorso, sostiene che Domenico Barbagallo non abbia colpito nessuno né abbia sparato per primo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgo Nuovo, la lite per i panni stesi e l'omicidio: condannato Lo Monaco

PalermoToday è in caricamento