rotate-mobile
Cronaca Montemaggiore Belsito

Ucciso in una sparatoria 39 anni fa, Montemaggiore Belsito ricorda l'appuntato Giuseppe Cavoli

Il carabiniere venne ammazzato il 21 gennaio 1983 mentre era in servizio. Ad aprire il fuoco contro di lui ed altri due militari fu Giuseppe Zanghì, che si era sottratto ad un controllo in vista del suo trasferimento coatto in un ospedale di Palermo. Alla cerimonia presente anche la vedova

A 39 anni dall'omicidio dell'appuntato dei carabinieri Giuseppe Cavoli, ieri a Montemaggiore Belsito si è svolta una cerimonia per ricordarlo. Il militare era in serivzio proprio nel comune quando venne ucciso durante una sparatoria. Un suo collega, il brigadiere Antonio Siverio, rimase invece ferito.

La memoria di Cavoli è stata onorata proprio nella Stazione dei carabinieri in cui lavorò. Alla commermorazione, durante la quale è stata deposta una corona di fiori, hanno preso parte anche la vedova dell'appuntato, Giovanna Candino, il vicesindaco di Montemaggiore Belsito, Riccardo Siragusa, e il parroco, Salvatore Panzarella. 

L'appuntato Cavoli venne ucciso il 21 gennaio 1983, durante la ricerca di Giuseppe Zanghì, che si era sottratto ad un controllo durante il tragitto per Palermo in vista del suo ricovero coatto in ospedale. I carabinieri della Stazione di Montemaggiore Belsito, a bordo di una Fiat Campagnola guidata da Siverio, con a bordo Cavoli e il brigadiere Santo Gambino, comandante della Stazione, mentre passavano in corso Re Galantuomo, a velocità ridotta per la presenza di neve, erano stati attinti dai colpi sparati con un fucile da caccia proprio Zanghì, che venne arrestato subito dopo. 

Il 21 gennaio 1986 il Comune di Montemaggiore Belsito ha sistemato all'ingresso della Stazione dei carabinieri una targa che recita: "I cittadini di Montemaggiore Belsito all'appuntato dei carabinieri Giuseppe Cavoli nel ricordo delle sue doti umane e del suo sacrificio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso in una sparatoria 39 anni fa, Montemaggiore Belsito ricorda l'appuntato Giuseppe Cavoli

PalermoToday è in caricamento