Pestato a morte in discoteca, salma di Aldo Naro sarà riesumata per autopsia in 3D

Il giudice ha chiesto ai periti di accertare le cause e la modalità del pestaggio avvenuto al Goa, oltreché una precisa mappatura delle lesioni riportate dal giovane in conseguenza del pestaggio subito la notte tra il 14 e il 15 febbraio 2015

Aldo Naro

Avrà luogo mercoledì mattina (9 settembre) alle 9 la riesumazione del corpo di Aldo Naro, giovane medico ucciso nel 2015 nella discoteca Goa di Palermo. La salma – su ordine della Procura della Repubblica di Palermo – sarà estumulata nel cimitero di San Cataldo e poi trasportata presso la sede del dipartimento di medicina legale dell’Università Magna Grecia dove, in serata, sarà sottoposta a esame diagnostico mediante il moderno metodo della “virtopsy” in formato 3D.

La nuova autopsia invece è fissata per il 10 settembre. A seguire, la salma sarà ricomposta e riportata nella cappella del cimitero di San Cataldo. Così infatti è stato deciso dal gip del Tribunale di Palermo, Filippo Serio, che ha nominato un collegio peritale composto dai professori Pietrantonio Ricci, Domenico Laganà e Umberto Sabatini (ordinari all’università Magna Grecia di Catanzaro).

Il giudice ha chiesto ai periti di accertare le cause e la modalità della morte di Aldo Naro, oltreché una precisa mappatura delle lesioni riportate dal giovane in conseguenza del pestaggio subito la notte tra il 14 e il 15 febbraio 2015. La famiglia di Aldo, accompagnata dai suoi legali, gli avvocati Salvatore Falzone e Antonino Falzone, seguirà le operazioni insieme ai consulenti di parte, i medici catanesi Giuseppe Ragazzi, Giuseppe Pero e Salvatore Cicero.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Annientata la Cupola di Cosa nostra: arrivano 46 condanne, inflitti oltre 4 secoli di carcere

  • Ficarra e Picone dicono addio a Striscia la Notizia: "Non è facile ma preferiamo fermarci"

  • Ragazzo disabile violentato nei bagni del centro commerciale, condannati due uomini

  • "La gente scappava via per la paura", rapinato il negozio Happy Casa del Centro Olimpo

Torna su
PalermoToday è in caricamento