Occhipinti: “Ztl vanno abolite, sì ai ricorsi di associazioni e comitati”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Le Ztl, così come sono state approvate, non funzionano: vanno abolite senza se e senza ma. Per questo aderirò alle azioni civili e legali avanzate da alcune associazioni e da diversi comitati cittadini”. Lo dice il consigliere comunale di Palermo del Misto Filippo Occhipinti.

“Le ottimistiche previsioni dell’assessore Catania, secondo cui a gennaio sarebbero partite le Ztl, sono state smentite da un più prudente sindaco che ha parlato di attivazione in primavera - dice Occhipinti - forse Orlando si è reso conto che, così come pensate e deliberate, sono da modificare nelle parti relative a residenti, fasce orarie , carico e scarico merci. Inoltre l’attivazione tarda anche per le difficoltà di messa in funzione delle telecamere e l’impossibilità dei  controlli che i vigili dovrebbero fare nelle centinaia di varchi di accesso alla Ztl B, ad oggi sprovvista di telecamere per i controlli, più esterna e grande di quella del centro. Dal canto mio, mi impegnerò affinché questo ennesimo balzello venga eliminato o profondamente modificato”. 

Torna su
PalermoToday è in caricamento