rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Pochi infermieri e troppi precari Nursind verso un possibile sciopero

Secondo il sindacato l'Azienda ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello avrebbe la metà degli operatori socio-assistenziali necessari. Chiesto un incontro con la direzione generale

Nursind Palermo verso un possibile sciopero. Il sindacato degli infermieri, ha proclamato lo stato di agitazione di categoria all’Azienda ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello chiedendo anche alla direzione un incontro. “Nonostante gli incontri passati con la Direzione Generale - ha dichiarato Giuseppe Mancuso, segretario provinciale - la situazione dopo sei mesi non è cambiata e in molti casi è addirittura peggiorata. Chiediamo il raddoppio dei 120 operatori socio-assistenziali presenti nelle due strutture ed, inoltre, siamo contraria all’esternalizzazione del servizio reso dal personale ausiliario che si occupa del trasporto dei pazienti e di mansioni igienico-sanitarie”.

Si tratta di una situazione che ha già avuto risvolti concreti nelle scelte dell’azienda che, nei fatti, ha già cominciato il processo di esternalizzazione che ha portato molti dipendenti a vedersi ridotto il proprio contratto in un part time. Nursind ritiene, inoltre, necessaria una guardia giurata per il Pronto soccorso pediatrico a garanzia della incolumità del personale dopo l’aggressione subita da una dipendente. “Siamo preoccupati – ha dichiarato infine Mancuso – e speriamo di poter trovare delle soluzione senza dover ricorrere a scioperi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pochi infermieri e troppi precari Nursind verso un possibile sciopero

PalermoToday è in caricamento