Verso il nuovo ospedale Villa Sofia-Cervello, primi passi per l'opera da 280 milioni

Il nuovo nosocomio sorgerà nei pressi dell’area dell’attuale ospedale Cervello, grazie anche alla disponibilità di una parte del vicino terreno del Fondo Malatacca, circa 4 ettari. L'iter inizia con lo studio di fattibilità, poi la progettazione

L'ospedale Cervello dall'alto

Muove i primi passi l’iter per la realizzazione del nuovo ospedale Villa Sofia-Cervello. La direzione strategica aziendale ha infatti adottato la delibera per dare il via alle procedure che dovranno portare alla progettazione dell’opera, finanziata dalla Regione con un importo di 280 milioni di euro. Si parte con lo studio preliminare di fattibilità predisposto dall’ufficio tecnico aziendale, passaggio propedeutico al bando che indirà il concorso di idee, affidato a progettisti esterni, attraverso il quale si arriverà alla progettazione esecutiva e all’affidamento dei lavori. Il nuovo ospedale sorgerà nei pressi dell’area dell’attuale ospedale Cervello, grazie anche alla disponibilità di una parte del vicino terreno del Fondo Malatacca, circa 4 ettari, concessi dall’Arnas Civico e non impegnata nella realizzazione del Centro materno infantile (Cemi). Saranno comunque lo studio di fattibilità e la successiva progettazione a meglio definire gli aspetti tecnici e urbanistici, anche se l’idea di partenza sarebbe quella di mantenere in vita parte dell’attuale struttura e demolire  quella più antica.

L’atto deliberativo della direzione di Villa Sofia Cervello fa seguito a un incontro tecnico degli scorsi giorni con l’assessore regionale alla Dalute Ruggero Razza, alla presenza del drettore generale Walter Messina e dell’ingegnere capo dell’ufficio tecnico, Vincenzo Di Rosa, con i vertici dell’Arnas Civico.

Rendering Villa Sofia Cervello-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il percorso che porterà alla realizzazione del nuovo ospedale Villa Sofia Cervello è già partito – sottolinea Messina - E' un obiettivo importante, proiettato verso una visione di una sanità sempre più moderna ed efficiente, al servizio di un ampio bacino metropolitano, in una città dove le strutture sanitarie accusano il peso degli anni e si rivelano spesso inadeguate ad accogliere una vasta utenza. Si sta procedendo attraverso uno studio di fattibilità a carico dell'Ufficio tecnico aziendale, prima di passare al concorso di idee, affidato a professionisti esterni, che poi porterà alla progettazione vera e propria. Ringrazio l’assessore Razza, e comunque il Governo regionale, per l’attenzione manifestata per la realizzazione dell’opera. Da parte nostra vi sarà il massimo impegno per  attivare tutte le procedure necessarie e arrivare quanto prima al progetto esecutivo da mandare in gara".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moggi: "Padre Pio è apparso in sogno a una signora di Palermo e ha fatto una profezia su di me"

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Va in ospedale per sospetta congiuntivite, due giorni dopo 30enne trovato morto in casa

  • Coronavirus, in Sicilia sospeso l'avvio della stagione balneare

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

Torna su
PalermoToday è in caricamento