Consegnati altri 3 treni Pop: viaggeranno anche sulla tratta Palermo-Messina

Continua così il processo di rinnovamento della flotta dell'Isola: salgono a otto i nuovi convogli, cinque erano stati assegnati lo scorso anno. I mezzi possono trasportare fino a 500 persone, con oltre 300 posti a sedere

Consegnati da Trenitalia alla Regione Siciliana tre nuovi treni Pop. Continua così il processo di rinnovamento della flotta dell’Isola. Adesso sono 8 i treni Pop in circolazione in Sicilia: cinque erano stati consegnati nel 2019. I nuovi convogli viaggeranno sulle linee Palermo-Messina e Messina-Siracusa. Ad accogliere simbolicamente i convogli, alla stazione centrale di Messina, si è recato l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone. Presenti anche l’assessore alla Funzione pubblica Bernardette Grasso, il deputato Danilo Lo Giudice e l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Messina Salvatore Mondello.

A bordo di uno dei tre Pop, inoltre, è presente un distributore automatico di bevande e snack confezionati, per rendere ancora più confortevole il viaggio. La Sicilia è la prima regione al Sud dove è presente il snack on board. In base al contrato di servizio sottoscritto a maggio 2018 da Regione e Trenitalia, saranno in tutto 43 i nuovi treni per la Sicilia. Oltre ai 21 Pop, previsti 5 treni elettrici e 17 treni diesel-elettrici. Previsti in totale investimenti per oltre 426 milioni, di cui circa 325 destinati all’acquisto di nuovi treni per potenziare la mobilità regionale e metropolitana nell'Isola. Abbassando l’età media dei convogli a 7,6 anni del 2021.  

"La Regione Siciliana li ha acquistati nell’ambito della ‘cura del ferro’ che abbiamo voluto e varato per i trasporti nella nostra Isola - sottolinea il governatore Nello Musumeci -. Tale sforzo da oltre 300 milioni di euro ci porterà ad avere in esercizio ben 21 di questi treni di ultima generazione, a cui si aggiungono un'altra ventina di treni elettrici o ibridi. Ma le vetture non bastano. Il mio governo, in parallelo, è impegnato nella sfida dell’ammodernamento infrastrutturale della rete ferroviaria siciliana, per colmare il divario ancora troppo ampio con il resto d’Italia".

Tecnologicamente avanzato, spazioso ed ecologico, il Pop raggiunge una velocità massima di 160 km all'ora, può trasportare fino a 500 persone con oltre 300 posti a sedere, è dotato di finestrini più grandi, portale intranet, area passeggini, illuminazione a led, nuovo sistema di climatizzazione, prese usb e di corrente a 220 volt per ricaricare tablet e smartphone, e di 8 porta biciclette. 

"Entro dicembre - spiega l’assessore alle Infrastrutture, Marco Falcone - si aggiungeranno altri quattro 'Pop' ai treni che riceviamo oggi. Un chiaro segnale dell'impegno del governo Musumeci per dare finalmente efficienza e dignità ai trasporti ferroviari in Sicilia. Abbiamo voluto dei convogli confortevoli e tecnologicamente all'avanguardia, muniti di snack a bordo, tavolinetti per i passeggeri e spazi che consentono di imbarcare fino a otto biciclette. Investendo le nostre risorse su programmi chiari e innovativi, stiamo passo dopo passo cambiando la mobilità su ferro nell’Isola".

Articolo aggiornato il 26 ottobre 2020 alle ore 15,13

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento