Sanità

Tre nuovi ospedali a Palermo e ristrutturazione dell'Ingrassia, via libera dalla Regione

Il totale degli investimenti ammonta a 958 milioni di euro e prevede anche la costruzione di un polo onco-ematologico. Adesso il piano dovrà essere valutato dal ministero della Salute

Dopo il via libera al Polo pediatrico, arriva dalla Regione Siciliana l’ok anche alla costruzione di tre nuovi ospedali a Palermo, oltre alla riqualificazione e alla rifunzionalizzazione del presidio ospedaliero Ingrassia di corso Calatafimi. La giunta regionale di oggi ha deliberato la riprogrammazione delle risorse previste dal Programma straordinario di interventi finanziato con fondi statali del Cipe e cofinanziato con risorse regionali. Il totale degli investimenti ammonta a 958 milioni di euro.  

Nello specifico, il piano, che sarà valutato adesso dal ministero della Salute, prevede: 364 milioni per la realizzazione del nuovo ospedale Civico di Palermo; 348 milioni per il nuovo Policlinico del capoluogo siciliano e 240 milioni per la costruzione del nuovo polo onco-ematologico Palermo-Nord. Infine, ulteriori sei milioni di euro, in aggiunta ai 20 già precedentemente assegnati, serviranno per far fronte all’adeguamento strutturale, impiantistico e architettonico dell’ospedale Ingrassia.  

La giunta ha dato, inoltre, mandato all’assessore regionale alla Salute di programmare la spesa di 22 milioni di euro per l’efficientamento energetico del Policlinico di Messina, relativamente a sale operatorie e reparti ad alto consumo di energia. Fondi che si aggiungeranno ai 34 milioni già assegnati per interventi di manutenzione straordinaria.  La riprogrammazione approvata dal governo regionale consentirà la creazione di centri di alta specialità, con ricadute positive in termini di miglioramento della qualità assistenziale, anche in relazione all’esperienza maturata durante la gestione dell’emergenza sanitaria legata al Covid. Le nuove realtà, infatti, oltre a essere realizzate nell’ottica dell’efficientamento energetico e nel rispetto delle norme a tutela dell’ambiente e del paesaggio, saranno dotate di tutto quanto necessario per affrontare eventuali nuove ondate pandemiche.

Sempre nella riunione di oggi, è stato approvato il conferimento dell’incarico di dirigente generale del dipartimento regionale per la Pianificazione strategica dell’assessorato della Salute a Salvatore Iacolino, già commissario straordinario del Policlinico di Palermo. 

Lagalla: "Grande attenzione nei confronti di Palermo"

"Il piano di riprogrammazione delle risorse, deliberato dalla Giunta regionale, che stanzia importanti finanziamenti per i poli sanitari di Palermo - dichiara il sindaco Roberto Lagalla - denota una grande attenzione nei confronti della città. Da tempo pongo l’attenzione sulla necessità strategica di dotare il capoluogo di un rinnovamento delle strutture sanitarie, in modo da colmare il gap con altre aree della Sicilia e, da sindaco, mi sono fatto portavoce di questa richiesta alla Regione".

Midiri: "Il nuovo Policlinico sarà di altissimo livello"

"Ringrazio sentitamente il presidente Schifani, l’assessore Volo e tutta la Giunta regionale per il grande impegno mostrato fin da subito per lo sviluppo del progetto del nuovo Policlinico universitario del capoluogo siciliano. Il piano approvato oggi dalla Regione, che prevede 348 milioni di investimento per il nuovo Policlinico, consentirà di realizzare una struttura ospedaliera ad altissimo livello architettonico, tecnologico, energetico e ambientale all’altezza di fornire la dovuta e migliore risposta ai bisogni di salute della popolazione e alle future evoluzioni della medicina", dichiara il rettore Massimo Midiri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre nuovi ospedali a Palermo e ristrutturazione dell'Ingrassia, via libera dalla Regione
PalermoToday è in caricamento