Villa Maria Eleonora è un focolaio, altri 12 contagiati dal Coronavirus

Sale complessivamente a 17 il numero dei pazienti positivi nella clinica privata di viale Regione siciliana. La direzione ha avviato il dialogo con l'Asp per trasferire i pazienti contagiati in strutture dedicate alla pandemia

La clinica Maria Eleonora Hospital

Sale a 17 il numero complessivo dei casi di contagio da Coronavirus tra i pazienti della clinica Maria Eleonora Hospital. Dopo il riscontro sui primi tamponi eseguiti su cinque pazienti della struttura accreditata con il servizio sanitario nazionale, la situazione è precipitata. Atteso anche un secondo riscontro sull’infermiera in servizio nella struttura di viale Regione Siciliana che si trova in isolamento domiciliare.

A destare le preoccupazioni maggiori sono le condizioni di una donna di 73 anni, ricoverata da circa due mesi nella clinica privata dopo un intervento chirurgico al cuore. La donna è stata trasferita al “Covid hospital” di Partinico. La struttura è stata messa in quarantena e sono attesi i risultati di altri test ma nel frattempo la direzione ha avviato il dialogo con l’Asp per trasferire, come da direttive, tutti i pazienti positivi in un centro Covid.

Il bollettino regionale: 62 casi in più in Sicilia

Resta ancora da chiarire se fra i tamponi già risultati positivi ci siano anche quelli dei medici o di altri sanitari. Da ieri il personale potenzialmente esposto è blindato nella struttura: nessuno può uscire dalle 20. Mentre quelli che non erano di turno o che non avrebbero avuto contatti coi positivi sono stati posti in quarantena obbligatoria a casa.

“La Direzione di Maria Eleonora Hospital di Palermo, Ospedale di Alta Specialità accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale - si legge in un comunicato - rende noto che a seguito di accertamenti effettuati su tutti i pazienti ricoverati presso la struttura, dai risultati appena pervenuti, sono risultati positivi a Covid-19 ulteriori 12 pazienti. La Struttura è in attesa di ricevere nella giornata di domani i relativi referti ufficiali. Si chiarisce - aveva invece specificato la direzione della clinica questa mattina - che a partire dal 19 marzo sono state sospese le visite dei familiari. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria e sino alla data del 19 marzo, le visite erano consentite nella misura di un famigliare alla volta per paziente per un massimo di 15 minuti di permanenza nella struttura corredati di tutti i dispositivi di protezione individuale necessari".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quella della clinica è il secondo focolaio registrato tra Palermo e provincia. Nelle scorse settimane il comune di Villafrati (72 i casi di contagio in tutto) è stato dichiarato “zona rossa” in relazione a quanto accaduto nella residenza sanitaria assistenziale di Villa delle Palme. Otto in tutto le persone decedute fra gli ospiti della Rsa, in tutti in casi over 70 e con altre patologie pregresse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Agrigento, violento scontro sulla Statale: un morto

  • Sue le serate più belle del nuovo millennio, Palermo piange per Darin "l'amico di tutti"

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Mafia, colpo al mandamento della Noce: ecco i nomi degli 11 arrestati

  • Il pm di Lecco Laura Siani trovata morta in casa, aveva lavorato anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento